Ultimo aggiornamento  21 ottobre 2021 14:20

Nissan, due hub per le batterie.

Angelo Berchicci ·

Nissan avrebbe intenzione di costruire due hub per la produzione di batterie, uno in Giappone e uno in Gran Bretagna. A riferirlo è la testata economica giapponese Nikkei, secondo cui per la realizzazione dei due impianti il costruttore stringerà una joint venture con un grande produttore cinese di accumulatori, il cui nome per ora non è stato diffuso.

Un milione di accumulatori entro il 2025

Le due gigafactory dovrebbero entrare in funzione a inizio 2024 e una volta a regime assicurare una produzione di circa 700mila accumulatori per auto elettriche ogni anno, che sommati agli attuali 180mila porterebbero la capacità vicino al milione di batterie, obiettivo che Nissan mira a raggiungere entro il 2025.

I due impianti verrebbero gestiti dall'Envision AESC Group, società di cui Nissan detiene il 20% e che già produce componenti le vetture elettriche e ibride del costruttore giapponese.

All'interno dell'alleanza con Renault

Gli accumulatori prodotti nelle future gigafactory di Nissan verranno utilizzati nel contesto dell’alleanza con Renault. Ashwani Gupta, chief operating officer (COO), ha infatti recentemente annunciato un rafforzamento delle sinergie e della condivisione di componenti per auto elettriche tra le due Case.

Se le indiscrezioni dovessero essere confermate, lo stabilimento britannico si andrebbe ad aggiungere a quello di Sunderland, e costituirebbe una risposta all’appello fatto dal primo ministro Boris Johnson, che ha più volte invitato le aziende a prendere in considerazione la Gran Bretagna come sede di una gigafactory per la costruzione di batterie.  

Tag

alleanza  · Batterie  · Gran Bretagna  · Nissan  · 

Ti potrebbe interessare