Ultimo aggiornamento  25 ottobre 2021 10:07

La Germania punta sulla guida autonoma.

Angelo Berchicci ·

La Germania mira a diventare un paese pioniere della tecnologia della guida autonoma. Il Bundestag - il parlamento tedesco - ha infatti approvato una legge che consente l'utilizzo di vetture driverless di livello 4 (con il guidatore che deve essere sempre presente) su strade aperte al pubblico, limitatamente a specifiche tratte, come i collegamenti tra gli aeroporti e le grandi città.

La norma, che per entrare in vigore dovrà essere approvata anche dal Consiglio Federale (Bundesrat), è la prima a creare un framework legale nazionale per la guida autonoma di Livello 4 (normative simili sono in vigore a livello locale in alcuni stati americani).

I primi impieghi dal prossimo anno

La legge licenziata dal parlamento tedesco nel pomeriggio di giovedì 20 maggio demanda a successivi decreti attuativi l’individuazione delle tratte su cui sarà consentito il ricorso alla guida autonoma, e le condizioni che dovranno essere rispettate, con l’obiettivo di consentire questo tipo di spostamenti già dal prossimo anno. Secondo il Ministro dei Trasporti Andreas Scheuer, la tecnologia driverless potrebbe essere utilizzata ad esempio per i collegamenti tramite shuttle bus o per il trasporto merci.

Primato tecnologico

L’associazione tedesca dei costruttori automobilistici (VDA) ha applaudito all’approvazione della legge. “Con questo provvedimento la Germania è il primo e finora unico paese a regolamentare la guida autonoma di livello 4” ha dichiarato il presidente dell’associazione Hildegard Müller.

“I consumatori, i costruttori e l’intero comparto potrebbero trarre grandi benefici da questa tecnologia, ma è necessario che la legge entri in vigore prima delle elezioni federali di settembre, altrimenti si perderebbe almeno un anno e mezzo, e il primato tecnologico del Paese verrebbe messo a rischio”.

Il guidatore sempre presente

Anche la Gran Bretagna sta pensando a una riforma del codice della strada per autorizzare su specifiche rotte il ricorso a sistemi avanzati di assistenza alla guida, che permettano all'auto di seguire costantemente la traiettoria sotto una certa velocità, frenare e accelerare senza l’intervento del conducente.

La guida autonoma di livello 4 a cui si rivolge la normativa tedesca, invece, è il livello più alto di automazione consentito con le odierne tecnologie (lo stesso dei robotaxi). Il guidatore, anche se deve essere dietro il volante, può comunque disinteressarsi alla guida e la vettura riesce a gestire da sola tutte le funzioni per la marcia, seppur limitatamente a determinati tratti di strada. Il successivo livello 5, il più elevato in assoluto, prevede invece che l’auto sia in grado di guidare da sola ovunque, anche in città e in fuoristrada. 

Tag

Bundestag  · Germania  · Guida Autonoma  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Grazie ai bonus per le auto "verdi" nella prima metà del 2021, a luglio verrà raggiunto con soli 6 mesi di ritardo l'obiettivo stabilito nel 2014 dalla cancelliera Merkel

· di Paolo Borgognone

In una comunicazione al Dipartimento trasporti della California, il costruttore corregge le parole del ceo che prometteva il livello 5 entro il 2021. “Siamo al 2”