Ultimo aggiornamento  23 settembre 2021 07:03

Mercato Europa, ripartenza lenta.

Paolo Odinzov ·

In aprile il mercato automobilistico dell’Europa occidentale (Unione+Efta e Regno Unito) ha fatto registrare secondo i dati Acea (l’associazione dei costruttori) 1.039.810 immatricolazioni, segnando un incremento a tre cifre del 256% rispetto allo stesso mese del 2020.

Il dato non riflette però la reale situazione, essendo stato l’anno passato fortemente penalizzato nelle vendite dal lockdown. E se paragonato a quello di aprile 2019 rivela al contrario un calo del 22,7%. Lo stesso vale per il primo quadrimestre 2021 che, se confrontato con lo stesso periodo del 2019, segna una flessione del 25% con i tutti i Paesi dell’area ad eccezione della Svezia che guadagna l’8,3%.

I Paesi

Nel confronto con il 2019, riferendoci ai primi 4 mesi dell’anno, l’Italia è il mercato che accusa il calo più contenuto con una contrazione del 16,9%, contro il -21,5% della Francia, il -25,6% della Germania, il -34,2% del Regno Unito e il -39,3% della Spagna.

Tornando invece ai dati del mese e alla comparazione con quelli del 2020, il nostro Paese con 145.033 vetture ha contato una crescita del 3.277%. Mentre Francia, Germania, Regno Unito e Spagna sono salite rispettivamente del 568%, 90%, 3.177% e 1.788%.

I gruppi

Riguardo costruttori, tra i primi 5 i dati di aprile paragonati con quelli dello stesso mese dello scorso anno vedono il gruppo Volkswagen leader in Europa con 232.188 unità (+195%), seguito da Stellantis 202.327 unità (+330%), Renault 79.149 unità (+184,5%), Hyundai 64.978 unità (+266,2%) e Bmw 61.522 unità (+161,6%).

I marchi

Ad aprile tutti i marchi hanno contato una coesistente crescita in Europa. Lancia e Land Rover sono quelli con il maggiore incremento (+4.502% e +658,8%) dopo i quali si posizionano, Jeep (+633,4%), Smart (+547.5) e Jaguar (534,4%).

Mentre guardando ai numeri del primo quadrimestre hanno incrementato maggiormente le immatricolazioni Smart (+218,4%), Jeep (+72,2), Lancia (41,5%) Peugeot (40,7%) e Mini (40,2%).

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Nell'ultimo mese le immatricolazioni sono state 459.959 in più rispetto al 2020 (ma 360.378 in meno del 2019). Da inizio anno il rimbalzo è del 31,1%

· di Angelo Berchicci

Lo scorso mese si sono contate 534.900 targhe in più rispetto a un anno fa, quando però i Paesi erano quasi tutti in lockdown. Nel trimestre la crescita è dello 0,9%