Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 04:18

La Sardegna accelera sull'elettrico.

Marina Fanara ·

"Transizione energetica al più presto nell'intera Regione: è questa la nostra priorità e su questo stiamo investendo il massimo delle risorse disponibili con l'obiettivo di aiutare famiglie e imprese a utilizzare fonti rinnovabili per l'energia in casa e in azienda e a muoversi a impatto zero, veicoli elettrici innanzitutto". A parlare è Anita Pili assessore all'Industria della Sardegna, Regione che sembra intenzionata ad accelerare proprio sul fronte della massima diffusione dei veicoli a batteria.

Il piano regionale per le colonnine

"Ci stiamo muovendo su due binari", ci spiega l'assessore, "potenziamento delle infrastrutture di ricarica sull'intero territorio e incentivi a enti locali e imprese per l'acquisto di veicoli elettrici". L'ultima novità riguarda le stazioni di ricarica: l'Amministrazione regionale ha lanciato un nuovo bando che sarà pubblicato il prossimo 25 maggio con il quale stanzia 2,4 milioni di euro (risorse del Fondo di sviluppo e coesione 2014/2020), da utilizzare in contributi alle piccole e medie imprese del territorio per l'installazione di una colonnina di ricarica veloce in un'area accessibile al pubblico. Condizione indispensabile per ottenere il benefit è che la nuova stazione elettrica venga ubicata lungo uno dei principali assi di collegamento della Regione.

"Lo scopo è garantire una distribuzione territoriale delle colonnine funzionale all'interconnessione regionale, in modo da disporre al più presto di una rete di infrastrutture a ricarica veloce lungo i più importanti assi viari extraurbani di collegamento a ridosso dei maggiori centri urbani", sottolinea Anita Pili. Si tratta di un finanziamento a fondo perduto per le aziende piccole e medie fino al 75% dei costi ammissibili per l'installazione di colonnine lungo le statali SS 131, SS 131dcn, SS 729 - Nuova Sassari-Olbia, SS 130, SS 125, SS 554 e SS 195.

Grandi città: 574 nuove stazioni elettriche

"Con questo nuovo intervento intendiamo proseguire il nostro programma di integrazione della mobilità elettrica con le Smart city per consolidare un modello di sviluppo ecosostenibile della Sardegna", prosegue l'assessore. Infatti, si tratta di un'iniziativa che si affianca a quella già avviata nell'ambito del Piano delle installazioni regionali delle infrastrutture di ricarica ad accesso pubblico per i veicoli elettrici.

Si tratta di un protocollo d'intesa che prevede 574 colonnine pubbliche fast e quick nelle principali aree urbane dell’isola, ovvero Città metropolitana di Cagliari, Rete metropolitana del Nord Sardegna, i Comuni di Olbia, Nuoro e Oristano oltre a località costiere ad alta valenza turistica come Alghero, Pula, Porto Torres, Stintino.

Auto elettriche, incentivi a Comuni e imprese

Quest'ultimo progetto verrà affidato a un operatore privato, nella fattispecie l'Enel, che è stato individuato attraverso una manifestazione d'interesse per realizzare a proprie spese le infrastrutture di ricarica, in coordinamento con la Regione. C'è poi il capitolo incentivi regionali per l'acquisto di veicoli elettrici.

"Abbiamo dato priorità alle Amministrazioni locali e alle imprese attraverso appositi bandi e un accordo di programma con le principali aree urbane della Sardegna", ci dice l'assessore Pili, "finora con questo programma sono stati finanziati 180 veicoli per le amministrazioni pubbliche e 250 per le PMI. La misura, oltre ad apportare benefici ai destinatari costituisce un’azione dimostrativa per favorire la diffusione della mobilità elettrica e delle buone prassi, per questo verrà rifinanziato in modo allargare la platea dei possibili beneficiari".

Per quanto riguarda invece i privati cittadini, "non sono previste agevolazioni regionali per l'acquisto di vetture elettriche, pensiamo che al momento cambiare l'auto e comprarne una a batteria resti un impegno troppo gravoso per le famiglie, soprattutto per il prezzo ancora alto", specifica l'assessore, "nessuna preclusione al riguardo, ma solo una questione di opportunità, quando ci saranno migliori condizioni affronteremo anche questo capitolo. Finora abbiamo preferito privilegiare il passaggio alle fonti rinnovabili concedendo benefit a chi, per esempio, installa nella propria abitazione i pannelli solari e produrre energia pulita in casa".

Tag

Auto Elettrica  · Colonnine elettriche  · Incentivi  · Sardegna  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Quasi triplicati nell'ultimo anno i contributi concessi dalla Provincia autonoma per l'acquisto di auto a zero emissioni. Aumentano anche le richieste per l'installazione di...