Ultimo aggiornamento  24 giugno 2021 14:00

Emira, l'ultima Lotus a benzina.

Francesco Giannini ·

Lotus ha messo a punto la futura strategia del marchio, che fa parte del gruppo cinese Geely: elettrificazione e nuovi investimenti, per una cifra di quasi tre miliardi di dollari - finanziati proprio dalla controllante asiatica - per uscire dalla "nicchia" delle supercar e arrivare a vendere migliaia di auto ogni anno. Tra le novità anticipate dai dirigenti, l'arrivo della Emira - che sarà l'ultima auto prodotta a non adottare alcuna forma di elettrificazione - oltre a un aggiornamento del piano decennale “Vision80” del 2018, con la realizzazione di quattro nuove piattaforme e l'introduzione di dotazioni tecnologiche sempre più avanzate. 

Le Emira, anticipata dalla Casa con alcuni teaser, sarà svelata definitivamente martedì 6 luglio presso il Lotus Advanced Performance Center di Hethel, e farà il suo debutto pubblico al Goodwood Festival of Speed, in programma dall'8 all'11 dello stesso mese. Mistero sulle caratteristiche tecniche dell'auto, per ora si sa solo che la motorizzazione sarà realizzata in partnership con un altro marchio. Il nome "Emira" è ispirato a una antica parola araba che significa "comandante" o "leader". 

Nuove architetture

La piattaforma su cui verrà basata la vettura - denominata "Elemental" - è una delle quattro novità proposte in questo senso da Lotus e si tratta di un pianale particolarmente flessibile, che potrà essere utilizzato anche per i modelli sportivi successivi alla Emira, quindi con powertrain elettrificati. L’architettura, realizzata in alluminio, è predisposta per dare vita a vetture di dimensioni superiori rispetto al passato. 

Ad affiancare la "Elemental" ci sarà la “Evolution", impiegata per una gamma completamente inedita di modelli premium ancora non definita (si pensa a vetture a ruote alte votate al piacere di guida). Una terza architettura, specifica per le hypercar elettriche come la Evija, è stata denominata "Extreme" ed è stata pensata per portare ai massimi livelli il concetto di sportività.

L’ultima delle future piattaforme è la E-Sports, studiata appositamente per le elettriche, che nascerà dalla partnership - annunciata a inizio 2021 - tra Lotus e il marchio francese Alpine, del gruppo Renault. Secondo Matt Windle - da fine gennaio nuovo amministratore delegato di Lotus -  "questa architettura sarà flessibile e modulare e darà vita a una nuova vettura sportiva elettrica Lotus, leggera come le nostre ultime proposte con propulsori a combustione".  

Tecnologie intelligenti 

Tra le novità tecnologiche di cui disporranno sia la Emira che la hypercar Evija spicca il sistema di localizzazione integrato di ultima generazione what3words (W3W).

Inoltre Lotus sta aggiornando i dispositivi di navigazione e connettività con software sempre più intelligenti, in grado di apprendere nuove funzionalità in tempo reale e di interfacciarsi con il guidatore (Human Machine Interface) attraverso comandi vocali per semplificarne l’esperienza al volante. 

Tag

Emira  · Geely  · Hypercar elettriche  · Lotus  · Lotus Emira  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La prima vettura della rinata carrozzeria britannica sarà realizzata in collaborazione la Casa di Hethel e fortemente ispirata alla celebre sportiva degli anni '60

· di Elisa Malomo

Progettata da Colin Chapman e guidata da alcuni dei più grandi nomi del motorsport, la sportiva inglese sarà battuta il prossimo 27 marzo dalla Silverstone Auctions

· di Luca Gaietta

Il costruttore conferma l'arrivo della vettura - potrebbe essere ibrida - e l'uscita di scena di Elise, Exige e Evora nell'ambito del

piano strategico "Vision80"