Ultimo aggiornamento  15 giugno 2021 15:32

Opel Grandland X, integrale ibrida.

Edoardo Nastri ·

GALLARATE (Varese) – L’elettrificazione dei modelli sta portando diversi costruttori di suv a offrire la trazione integrale esclusivamente abbinata al sistema ibrido plug-in. Tra questi c’è anche Opel che per la Grandland X, modello di segmento C (circa 4,5 metri di lunghezza) costruito sulla piattaforma EMP2 del gruppo Stellantis, ha previsto anche una versione alla spina a 4 ruote motrici e trazione integrale elettrica: la Hybrid4.

Lo schema propulsivo è semplice: all’anteriore la Grandland X Hybrid4 monta un motore termico a benzina 1.6 di cilindrata da 200 cavalli più una piccola unità elettrica che funziona come un generatore, sull’asse posteriore prevede invece un propulsore elettrico da 83 chilowatt alimentato da un pacco batterie da 13,2 chilowattora. La potenza totale di sistema è di 300 cavalli e il vantaggio è che vengono eliminati gli ingombri meccanici necessari a una trazione integrale di tipo tradizionale

Alla prova su una pista di motocross 

Ma come va tra fango e sassi il sistema della Grandland X Hybrid4? Dopo averla testata su strada qualche tempo fa (qui la nostra prova) l’abbiamo messa alla prova su una pista di motocross (adattata per l’occasione) in provincia di Varese, tra dune, dossi e diverse pendenze ripide e con manto stradale sterrato. La tedesca, pur non volendo essere certo un fuoristrada duro e puro, se l’è cavata piuttosto bene.

La trazione integrale della Grandland X entra in funzione quando i sensori registrano una perdita di aderenza delle ruote oppure selezionando la modalità All Wheel Drive. Il suv ha quattro modalità di guida che modificano lo schema di trazione: in Electric (la vettura può percorrere circa 60 chilometri a zero emissioni fino a 135 chilometri orari) la potenza viene fornita esclusivamente alle ruote posteriori, in Hybrid il sistema adatta automaticamente trazione e propulsione a seconda della quantità di potenza richiesta, mentre in All Wheel Drive la spinta arriva sempre da tutte e quattro le ruote. Nella modalità Sport, infine, è possibile sfruttare la massima potenza dei 3 motori, quello termico e i 2 elettrici.

Spinta fluida e costante 

In modalità All Wheel Drive se ci si trova su pendenze ripide con manto stradale sterrato si parte sempre con un filo di gas senza mai incontrare particolari difficoltà. La spinta del motore elettrico è fluida e costante e la coppia è davvero notevole: 520 newtonmetri. Le ruote posteriori sono mosse esclusivamente dal motore elettrico, ma non nessun problema se si è esaurita la carica della batteria. Il sistema infatti è progettato per conservare sempre una quantità sufficiente di energia per selezionare la modalità 4x4 e, nella peggiore delle ipotesi, interviene il motore termico per caricare istantaneamente gli accumulatori.

La Opel Grandland X Hybrid4 viene offerta di serie con un caricatore da 3,7 chilowatt ma in opzione è disponibile anche quello di bordo da 7,4 chilowatt. In quest’ultimo caso gli accumulatori del sistema ibrido plug-in possono essere ricaricati in meno di due ore. La Opel Grandland X Hybrid4 arriva sul mercato a un prezzo di partenza di 49.600 euro, ma gli incentivi statali in caso di rottamazione sommati a quelli Opel lo portano a 38.100 euro. 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Il marchio tedesco lancia la sua prima ibrida: monta un 1.6 a benzina-elettrico da 300 cavalli ed è 4x4. Entro il 2024 tutti i modelli avranno doppia motorizzazione