Ultimo aggiornamento  11 maggio 2021 03:53

Peugeot 508 PSE, l'ibrido al top.

Angelo Berchicci ·

La Peugeot 508 PSE è un’auto senza timori reverenziali. L’ibrida plug-in francese, oltre a essere la Peugeot stradale più potente di sempre grazie ai suoi 360 cavalli, conduce la Casa verso fasce di mercato in cui non siamo abituati a vederla. E per capirlo basta dare un’occhiata alle possibili avversarie: per potenza e prezzo (la berlina parte da 69.450 euro, la station wagon da 70.650 euro) la 508 PSE va a inserirsi tra le versioni plug-in ad alte prestazioni di modelli premium come l’Audi A6 55 TFSIe quattro, la BMW 545e xDrive o le future declinazioni alla spina della nuova Mercedes Classe C.

Rispetto a concorrenti così importanti, la Peugeot 508 PSE ha due assi nella manica: anzitutto offre di serie quasi tutto ciò che è possibile trovare nel listino della Casa (gli unici optional sono parabrezza riscaldato e tetto apribile), e in secondo luogo si fregia di un badge sportivo, che promette un setup più votato al piacere di guida. Il marchio PSE (Peugeot Sport Engineered), che debutta proprio sulla 508, sostituisce infatti la precedente dicitura GTi per le versioni più performanti del costruttore, con la particolarità che tutte le vetture di questa gamma saranno elettrificate. Un po’ come avviene per le Volvo V60/S60 Recharge Polestar Engineered, che concettualmente sono le avversarie più simili alla francese.

Si fa riconoscere

L’estetica della Peugeot 508 è stata resa ancora più aggressiva grazie a cerchi da 20 pollici di colore scuro e a un kit aerodinamico specifico. Il paraurti anteriore riceve prese d’aria maggiorate e una mascherina con finitura nera, mentre da quello posteriore, che mostra un accenno di estrattore, spuntano due terminali di scarico di notevoli dimensioni.

Nella parte bassa della carrozzeria arrivano minigonne, splitter anteriore e posteriore, con tanto di flap aerodinamici. Sono solo tre le tinte disponibili per la PSE: il grigio è standard, mentre il nero e il bianco sono a pagamento. Spiccano poi dettagli in giallo fluo (chiamato Kryptonite), colorazione simbolo della gamma PSE e che viene ripresa anche per le finiture di sedili e abitacolo.

Il powertrain

A spingere la Peugeot 508 PSE troviamo un’unità elettrica che eroga 110 cavalli, inserita tra il 1.6 benzina PureTech da 200 cavalli e il cambio automatico a otto rapporti EAT8. Rispetto alla normale versione plug-in della 508, la PSE adotta anche un secondo motore elettrico da 113 cavalli sull’asse posteriore, realizzando un sistema di trazione integrale senza collegamenti meccanici.

Il tutto è alimentato da una batteria agli ioni di litio da 11,8 kilowattora, che permette di percorrere in modalità puramente elettrica 42 chilometri (un dato reale). Di fatto, si tratta di uno schema già visto su altri modelli dell’ex gruppo Psa, ma che sulla 508 PSE raggiunge l’apice per quanto riguarda la potenza di sistema, la coppia (di 520 newton metri), e le prestazioni (lo 0-100 viene coperto in 5,2 secondi).

Le modifiche rispetto alle altre 508 non si sono fermate al powertrain: la PSE presenta infatti assetto ribassato di 4 millimetri, barre antirollio maggiorate, taratura specifica degli ammortizzatori a controllo elettronico e dello sterzo, carreggiate allargate (24 millimetri all’avantreno, 12 al retrotreno) e un impianto frenante con pinze a 4 pompanti e dischi da 380 millimetri.

Per tutti i gusti

Alla guida la 508 PSE infonde subito grande sicurezza. L’auto è stabile, piantata a terra e precisa negli inserimenti. La modalità di guida più equilibrata è Hybrid (in totale sono cinque), in cui l’apporto del motore a benzina e delle unità elettriche viene variato di continuo in base alle esigenze e allo stile di guida. Inoltre, gli ammortizzatori a controllo elettronico presentano una taratura intermedia, e offrono già un buon livello di assorbimento nonostante i cerchi con spalla ribassata.

Nella modalità Comfort gli ammortizzatori diventano ancora più morbidi, mentre in Sport l’auto si indurisce notevolmente, anche troppo se le strade non sono perfettamente lisce. La potenza massima di sistema di 360 cavalli viene erogata solo in modalità Sport (anche se la batteria risulta scarica), mentre nelle altre modalità ibride il picco è di 330 cavalli, già sufficiente ad avere accelerazioni fulminee grazie alla prontezza delle unità elettriche. Il cambio automatico EAT8 offre cambiate rapide e inavvertibili, mentre l’impianto frenante è potente, modulabile e ben integrato con la frenata rigenerativa.

Tag

508 Peugeot Sport Enginereed  · Peugeot  · Peugeot 5080  · PSE  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

208 e 2008 sono state le due auto più vendute Europa a febbraio con 18.375 e 17.120 esemplari. Considerando i commerciali nel primo bimestre Stellantis ha battuto Volkswagen

· di Angelo Berchicci

La nuova generazione della berlina di segmento C adotta il linguaggio stilistico della Casa. Più lunga, sicura e tecnologica, dispone di due alimentazioni ibride plug-in