Ultimo aggiornamento  03 dicembre 2022 14:09

Mercedes, profitti "ragionevoli" per la EQS.

Luca Gaietta ·

“Pur restando indietro rispetto ai rendimenti della berlina Classe S con motore a combustione, per i costi dettati dalle componenti elettriche, la nuova ammiraglia a zero emissioni EQS di Mercedes genererà rendimenti ragionevoli sin dall'inizio perché dotata di tecnologia superiore”: a dirlo, in una intervista a Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung il numero uno di Daimler Ola Kallenius. L'auto sarà presentata il prossimo 15 aprile.

Una nuova era

L'EQS sarà la prima Mercedes costruita su basi dedicate per auto elettriche, destinata e inaugurare una nuova era per il costruttore tedesco, intenzionato a spingere sui modelli a batteria con l’obiettivo di rendere la sua flotta carbon neutral entro il 2039, più velocemente di quanto previsto. Contando già nel 2030 il 50% delle vendite con veicoli ibridi plug-in ed elettrici puri.

La sfida a Tesla

Una sfida, questa, che vede Mercedes assieme agli altri big dell’auto, come il gruppo Volkswagen che ha annunciato l'intenzione di diventare il numero uno mondiale delle vendite di veicoli elettrici entro 2025, o General Motors che smetterà di produrre modelli con motore a combustione nel 2035, in diretta competizione con il leader dei veicoli a batterie Tesla.

Fino a 770 chilometri di autonomia

Non è un caso che la EQS andrà direttamente a sfidare nella categoria la Model S di Elon Musk, mettendo sul tavolo delle prestazioni superiori con 770 chilometri di autonomia, grazie a delle batterie ad alta capacità capaci di supportare una ricarica superveloce a 350 chilowatt per recuperare l'80% dell'energia in appena 20 minuti. Oltre a un sistema di guida autonoma già pronto per il Livello 4.

Tag

Business  · Mercedes EQS  · Ola Kallenius  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Ecco gli interni della berlina elettrica che porta al debutto la nuova piattaforma EVA e il sistema multimediale su uno schermo da 56 pollici. La parola ai designer