Ultimo aggiornamento  21 ottobre 2021 01:15

Tre concept elettriche scomparse dai radar.

Angelo Berchicci ·

Le abbiamo viste, ne abbiamo parlato e fantasticato, ma poi sono scomparse dai radar. Ecco tre concept elettriche recenti – Fiat Centoventi, Volkswagen ID.Buggy e Ford Mustang Lithium – che alla presentazione hanno sollevato grande interesse, ma ad oggi non hanno trovato uno sbocco in modelli di produzione.

Fiat Centoventi

Presentata al Salone di Ginevra 2019 (il nome era un omaggio ai 120 anni di attività della Casa), si trattava di un’utilitaria dalle forme squadrate, con carrozzeria leggermente rialzata, in stile crossover. La concept aveva il compito di introdurre concetti stilistici e tecnici da applicare alle elettriche Fiat di nuova generazione, come la carrozzeria altamente personalizzabile, e la modularità di interni e pacco batteria.

Il prototipo della Centoventi, infatti, adottava un inedito sistema di accumulatori divisi in più elementi, in modo che l’utente potesse scegliere tra la massima autonomia, o una percorrenza minore ma con un prezzo d’acquisto inferiore. I moduli della batteria, inoltre, erano “plug and play”, ovvero all’occorrenza potevano essere aggiunti o rimossi facilmente dall’utilizzatore.

Nel 2020 ha debuttato la nuova Fiat 500 elettrica, che però non ha ripreso il sistema di batterie modulari della concept Centoventi, optando per uno schema convenzionale. Prima che il gruppo Fiat-Chrysler ultimasse il matrimonio con Psa, il numero uno della Casa torinese, Olivier François, dichiarò che alcuni elementi introdotti dalla Centoventi sarebbero stati ripresi dalla nuova generazione di Fiat Panda, attesa per il 2022, che avrebbe visto anche una versione 100% elettrica nel 2023.

Nel frattempo, l’operazione di fusione è stata conclusa, e alcuni programmi potrebbero essere cambiati. Il nuovo gruppo Stellantis dovrebbe comunicare i piani industriali aggiornati dei suoi brand nei prossimi mesi, per cui è ancora presto per sapere se un modello ispirato alla Fiat Centoventi vedrà effettivamente la luce o meno.

Volkswagen ID.Buggy

Il dune buggy elettrico realizzato sulla piattaforma MEB di Volkswagen è l’unica concept della famiglia ID sicuramente destinata a non avere un futuro. La vettura, anch’essa presentata al Salone di Ginevra 2019, doveva essere realizzata in piccoli numeri grazie alla collaborazione con la start-up tedesca e.GO. Tuttavia, i problemi finanziari di quest’ultima e la decisione di Volkswagen di concentrarsi solo su modelli di grande serie hanno segnato la parola fine per la ID.Buggy.

La concept interpretava in chiave moderna ed elettrica le famose vetture utilizzate per muoversi sulla sabbia, costruite negli anni ’60 e ’70 partendo in genere dalla meccanica del Maggiolino Volkswagen. La carrozzeria della ID.Buggy poteva essere facilmente rimossa ed eventualmente sostituita con elementi personalizzati, mentre gli interni erano idrorepellenti.

La vettura presentava cerchi da 18 pollici con pneumatici da offroad, protezioni sottoscocca, rollbar e assetto rialzato. A muoverla c’era un’unità elettrica da 204 cavalli posizionata sull’asse posteriore, alimentata da una batteria da 50 chilowattora. La coppia massima era di 310 newtonmetri e accelerava da 0 a 100 in 7,2 secondi.

Ford Mustang Lithium

Quando, dopo averla presentata al Sema Show 2019, Ford dichiarò che sarebbe rimasta una oneoff non destinata a vedere la produzione, in molti furono delusi. Realizzata in collaborazione con l’azienda specializzata in componenti elettroniche Webasto, la Mustang Lithium, versione a batteria della famosa muscle car, colpì particolarmente l’immaginazione degli appassionati per alcune caratteristiche uniche.

Anzitutto gli impressionanti dati di potenza e coppia: 900 cavalli e ben 1.355 newtonmetri, grazie a un sistema elettrico a 800 volt. In secondo luogo, la concept si caratterizzava per soluzioni tecniche inedite, come la presenza di uno speciale cambio manuale a 6 rapporti Calimer, elaborato partendo da un'unità Getrag, e di un differenziale posteriore Torsen.

Ad oggi l’unica elettrica a portare il nome Mustang presentata da Ford è stata la suv Mach-E, mentre non vi sono piani per elettrificare l’attuale generazione della coupé americana. La successiva, invece, attesa per il 2023, dovrebbe contare su una versione ibrida.  

Tag

Ti potrebbe interessare