Ultimo aggiornamento  12 maggio 2021 06:29

Bolzano, gli incentivi spingono l'elettrico.

Marina Fanara ·

Nel giro di un solo anno gli incentivi richiesti e concessi ai cittadini altoatesini per l'acquisto di veicoli elettrici sono più che triplicati: da 90 nel 2019 a 298 nel 2020. "Siamo molto soddisfatti", ci dice Daniel Alfreider, assessore alla Mobilità della Provincia autonoma di Bolzano, "i numeri dimostrano che nel nostro territorio le misure adottate per diffondere una mobilità a basso impatto stanno funzionando egregiamente: il trend è in continua crescita e le immatricolazioni di veicoli elettrici stanno aumentando significativamente, nonostante il periodo difficile legato all'emergenza sanitaria del Covid-19".

Aumentano le immatricolazioni

Stando ai dati, le prime iscrizioni solo per quanto riguarda le automobili a batteria (plug-in escluse) nella Provincia da parte di cittadini privati sono passate da 347 nel 2019 a 534 nel 2020. "Rispetto al totale si tratta di numeri ancora piccoli (a fine 2020 le immatricolazioni di di elettriche pure è limitato al 2,3% sul totale ma in decisa crescita rispetto allo 0,3% del 2019) ma si tratta comunque di un risultato assolutamente positivo ed è riconducibile al pacchetto di interventi messo in atto negli ultimi due anni che riguarda non solo i contributi all'acquisto di veicoli puliti ma anche l'espansione sul territorio di nuove stazioni di ricarica", sottolinea l'assessore.

"Mi preme ricordare lo sforzo della nostra Amministrazione che dal 2018 ad oggi ha investito in questo settore 2,3 milioni di euro tra agevolazioni a privati, alle aziende e per l'installazione delle colonnine". Più in dettaglio nel 2020 ai 298 contributi per l'acquisto di auto elettriche se ne sono aggiunti 48 per due ruote a batteria e 22 per cargo bike.

Colonnine e incentivi: misure vincenti

Quanto ai punti di ricarica, l'anno scorso sono state concesse 150 sovvenzioni per l'installazione di impianti di ricarica domestica con un impegno da parte della Provincia pari a 162.000 euro nel 2020  contro i 110.662 euro erogati nel 2019 e i 70.508 euro nel 2018.

"I numeri ci dicono che il mix di misure messo in atto sta funzionando", sostiene Alfreider, "il passaggio alla mobilità elettrica è diventato un'alternativa concreta per i cittadini, grazie anche alla cumulabilità dei contributi statali con quelli erogati a livello provinciale. Mi preme ricordare che il traffico è responsabile del 40% delle emissioni inquinanti dell'aria: se riuscissimo a sostituire gli attuali mezzi a motore tradizionale (combustibili fossili), con esemplari a zero emissioni avremmo risolto circa un terzo dei problemi legati allo smog sul nostro territorio".

Avanti con l'idrogeno da fonti rinnovabili

Ora la Provincia punta ad incrementare ulteriormente gli sforzi: nel 2021 è previsto un aumento delle risorse non tanto come incentivo pro-capite (che oggi ammonta a 4mila euro per un'elettrica pura e 2mila per una plug-in che, ricordiamo, sono cumulabili ai contributi statali) ma per poter soddisfare l'aumento di richieste da parte dei cittadini.

Aumenteranno anche le colonnine di ricarica, "a breve ne installeremo altre 33 ad altissima potenza, che si aggiungono alle 280 complessivamente presenti nel nostro territorio", dichiara l'assessore, "e non solo: stiamo lavorando molto per incrementare la mobilità a idrogeno con l'aumento della produzione e delle stazioni di rifornimento lungo l'asse del Brennero (ricordiamo che Bolzano ospita il primo centro italiano di produzione e distribuzione per i veicoli a celle a combustibile, ndr)".

Si tratta di idrogeno completamente da fonti rinnovabili e in tal senso "stiamo studiando la possibilità  di utilizzare anche energia prodotta dai rifiuti, la strada è ancora lunga, ma abbiamo avviato il processo. Infine, a giorni a Bolzano entrerà in servizio il primo dei 12 nuovi bus a idrogeno per il trasporto pubblico locale, un 12 metri con un'autonomia fino a 350 chilometri di percorrenza".

Tag

Auto elettriche  · Bolzano  · Colonnine elettriche  · Idrogeno  · Incentivi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

La Regione punta sull'auto green per coniugare diritto alla mobilità e rispetto dell'ambiente, con un nuovo pacchetto di incentivi per svecchiare il parco circolante

· di Marina Fanara

Nuovi incentivi regionali alle imprese per l'installazione di colonnine rapide lungo i principali assi viari. Si integreranno alle 574 stazioni di ricarica Enel nelle principali...

· di Marina Fanara

La Provincia ha varato anche per quest'anno 2 milioni di risorse per l'acquisto di auto elettriche e ibride, però cambiano le regole: obbligo rottamazione e priorità ai cittadini...

· di Marina Fanara

L'Unione degli Artigiani e delle Piccole e Medie Imprese e il Centro di produzione della provincia altoatesina al lavoro con alcuni produttori per sperimentare la nuova tecnologia