Ultimo aggiornamento  14 aprile 2021 20:13

Formula E, tutto pronto per l'e-Prix di Roma.

Redazione ·

Torna a Roma la Formula E. Dopo l'annullamento dell'edizione 2020 causa pandemia, il Mondiale dedicato monoposto elettriche recupera e bissa l'appuntamento italiano con un doppio E-Prix: sabato 10 e domenica 11 aprile, quest’anno eccezionalmente senza pubblico nel rispetto delle norme anti Covid-19.

Il 27 marzo scorso, infatti, la Fia (Federazione Internazionale dell'Automobile) ha annunciato che anche a Roma e a Valencia si sarebbero tenuti due E-Prix per ciascuna città, così come è avvenuto all'esordio in Arabia Saudita sul circuito di Diriyah, dove si sono svolte a febbraio gara 1 e gara 2 della settima edizione della Formula E, e come avverrà a giugno nell'ultimo appuntamento di Santiago del Cile. Turno unico, invece, per Monaco e Marrakech.

La nuova edizione del Rome E-Prix è stata presentata, tra gli altri, dalla Sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi, dal presidente dell'Automobile Club Italia Angelo Sticchi Damiani e dal presidente e fondatore di Formula E Alejandro Agag.

"Il futuro del motorsport passa dall’elettrico"

“E come elettricità, E come emozione ma, soprattutto, E come Evoluzione. La Formula E è una realtà viva e vitale, una realtà significativa nello sviluppo dell’automobilismo sportivo, del quale incarna l’evoluzione", ha dichiarato Angelo Sticchi Damani, presidente dell’Automobile Club d’Italia e vice Presidente FIA per lo sport. "Il futuro del motorsport passa dall’elettrico, e dall’elettrico, dunque, passerà anche il futuro delle nostre auto, visto che, da sempre, il motorsport rappresenta il più straordinario laboratorio di ricerca e innovazione sul quale il mondo dell’auto - dalla pista alla strada - abbia mai potuto contare. Un futuro che, grazie alla forte spinta evolutiva impressa dalla Formula E, è già presente: un presente sempre più eco-sostenibile, sempre più efficiente, sempre più sicuro”, ha concluso Sticchi Damiani.

Nuovo tracciato all'Eur

La principale novità dell'E-Prix di Roma 2021, il primo evento europeo del campionato a zero emissioni, è senza dubbio il rinnovato tracciato urbano nel quartiere dell’Eur che misura ora 3,385 chilometri, il secondo più lungo del campionato (dopo quello di Pechino), più veloce rispetto al precedente tracciato. Si percorre in senso anti orario ed è caratterizzato da 19 curve: si affiancherà il Palazzo dei Congressi, Piazza Guglielmo Marconi e, per la prima volta, il Palazzo della Civiltà Italiana, o noto anche come Colosseo quadrato, mentre una parte del circuito è inclusa nel Parco del Ninfeo. 

Programma e classifica parziale

Il programma dell’E-Prix di Roma: sabato 10 aprile prima sessione di prova dalle 8:00 alle 8:45 e seconda dalle 10:15 alle 10:45; qualifiche e Super Pole dalle 12:00 alle 13:00; E-Prix (round 3) dalle 16:04 (45 minuti più un giro); domenica 11 aprile terza sessione di prove  dalle 7:00 alle 7:45; qualifiche e Super Pole dalle 9:00 alle 10:00; E-Prix (round 4) dalle 13:04 sulla stessa distanza del sabato. Come nella scorsa stagione, i piloti potranno usufruire del cosiddetto "Attack Mode": un boost di potenza in più utilizzabile un numero di volte variabile di gara in gara. L'intero evento sarà trasmesso in diretta televisiva su Italia Uno, Sky Sport Uno e in streaming su Now Tv.

Nei primi due turni in Arabia Saudita si sono succeduti sul primo gradino del podio prima l'olandese Nick De Vries del team Mercedes EQ, in testa nella classifica generale con 32 punti, e poi Sam Bird della scuderia Jaguar, vincitore della prima edizione dell'E-Prix di Roma nel 2018, secondo a 25 punti. Ancora a secco il campione in carica della Formula E, il portoghese Antonio Felix Da Costa della DS Techeetah, attualmente quinto con 15 punti. 

Tag

E-Prix  · Formula E  · Roma  · 

Ti potrebbe interessare