Ultimo aggiornamento  12 maggio 2021 07:39

Rolls-Royce Hyperion, one-off a chilometri zero.

Elisa Malomo ·

Al Concorso d'Eleganza di Pebble Beach (California) del 2008, la Rolls-Royce Hyperion realizzata da Pininfarina aveva lasciato tutti i partecipanti a bocca aperta. A tredici anni di distanza, le sue foto in giro per il web fanno ancora lo stesso effetto. La one-off è tornata infatti a incantare migliaia di appassionati dopo che Alain Class Motors - concessionario di Dubai specializzato in supercar e auto di lusso - ne ha annunciato la vendita.

Unica di nome e di fatto, non sorprende che per possederla bisogna essere disposti a firmare un assegno a sei zeri, l'equivalente di circa 2,7 milioni di euro. Dopotutto, a pensarci bene, potrebbe essere un affare considerato che nel 2009 era stata venduta dal suo primo proprietario per la cifra di 4,5 milioni di euro. Quasi il doppio. Il fatto che sia l'esemplare unico al mondo non basta per giustificare numeri di questo tipo: sull'annuncio, stando a quanto dichiarato dal rivenditore, si legge che l'auto non avrebbe percorso nemmeno un chilometro con delle condizioni generali pari al nuovo.

Lusso mitologico

Basata sulla Drophead Coupé, versione senza tetto della berlina Phantom, la Rolls-Royce interpretata da Pininfarina è molto più di una semplice conversione. I quattro posti della derivata diventano due, stravolgendo così il resto della linea: il profilo della carrozzeria viene rivoluzionato con i montanti del parabrezza più arretrati e la coda tronca e inclinata verso il basso come le barchette anni '50 e '60 realizzate sempre a Torino come la Silver Dawn del 1951 o la Camargue del 1975.

Tuttavia il richiamo al passato si ferma nelle linee, perché nell'utilizzo dei materiali lo sguardo è rivolto al futuro. Tutti i pannelli sono realizzati in fibra di carbonio e c'è anche una nuova capote in tessuto che si ripiega dietro i sedili posteriori sotto una copertura rivestita in legno che, a sua volta, nasconde due vani portaoggetti.

A incrementare l'esclusività della Hyperion (il nome deriva da Iperiore, titano nella mitologia greca), due suicide doors (portiere incernierate posteriormente) e gli interni dove viene mantenuto tutto il lusso tipico di una Rolls-Royce. L'abitacolo è rivestito per lo più da pelle e legno pregiato, lo stesso di yacht e barche a vela. Il lusso tocca il suo apice con un orologio d'oro incastonato nella consolle come fosse un diamante che, all'occorrenza, può essere estratto e indossato al polso.

Pezzo da museo?

Per la one-off non sembra essere trascorso nemmeno un giorno dalla sua presentazione in California: sull'annuncio si legge infatti “zero chilometri”. Si tratta forse di un pezzo da museo? Tutt'altro. L'auto è ben funzionante e sotto il cofano è un concentrato di potenza: il motore è lo stesso V12 da 6,75 litri della Drophead Coupé in grado di sviluppare 453 cavalli di potenza, abbinato a una trasmissione automatica a sei velocità. In attesa di scendere in strada.

Tag

Design  · Phantom  · Pininfarina  · Rolls Royce  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa inglese della Bmw ha realizzato con il Bespoke Design Collective una Red Phantom che verrà venduta all'asta online. I proventi all'ente benefico Product Red