Ultimo aggiornamento  23 giugno 2021 11:38

ACI: a Gabriele Minì il “Volante d’oro”.

Redazione ·

ACI ha assegnato anche per quest'anno i premi “Volante d’oro 2020”. La consegna – vista la situazione generale del Paese ancora alle prese con la pandemia – è avvenuta con una cerimonia virtuale.

Il “Volante d’oro” 2020 è andato a Gabriele Minì. Il 16enne pilota palermitano – che ha corso per il  Prema Powerteam - si è laureato lo scorso anno Campione italiano della F4, una delle categorie che fortemente volute dalla federazione come palestra per i driver di domani.

Questa stagione Minì partecipa al Formula Regional European Championship by Alpine, a bordo di una vettura della scuderia ART Grand Prix. “E’ un grande salto – ha detto ritirando il premio – soprattutto perché serve grande forza fisica e preparazione per competere in una serie dal livello così alto”.

La Formula Regional European Championship by Alpine disputerà la prima gara dell’anno sul circuito belga di Spa Francochamps  il prossimo 25 aprile.

Gli altri vincitori

Volante d’argento per il giovanissimo (classe 2006) kartista bolognese Andrea Kimi Antonelli vincitore, tra l’altro, nel 2020 del campionato italiano ACI Karting e sicura promessa del volante. Il suo obiettivo per il 2020 - ha dichiarato – è confermarsi a livello europeo nella serie OK e puntare anche al titolo mondiale. Tutto questo mentre prosegue la rieducazione dopo un grave incidente patito nel finale della scorsa stagione.

Andrea Crugnola – vincitore con il navigatore Pietro Elia Ometto del titolo nel campionato italiano rally 2020 sulla Citroën C3 – ha conquistato il "Volante" di bronzo. “Ho 31 anni – ha detto il pilota – e questo vuol dire che ho ancora davanti a me molti anni per puntare ad altri successi, in Italia e, perché no, anche all’estero”. 

“Anno difficile ma esaltante”

Commentando i premi assegnati, il presidente ACI Angelo Sticchi Damiani ha voluto ricordare “gli sforzi fatti da tutto il nostro mondo in una stagione veramente anomala, sicuramente diversa dal solito e comunque, per certi versi, esaltante”. Sticchi Damiani ha sottolineato soprattutto la grande voglia da parte dei piloti di ripartire, dopo il lockdown e i problemi di inizio anno, tanto che “le nostre gare hanno avuto un’affluenza di partecipanti ancora maggiore rispetto al solito”.

Il presidente ACI ha anche sottolineato come mai nella storia un Paese avesse ospitato ben 5 eventi iridati nel motorsport come successo nel 2020 all'Italia con i tre Gp di F1 - Monza, Mugello e Imola - e i due appuntamenti col mondiale rally.

Tag

Ti potrebbe interessare