Ultimo aggiornamento  02 dicembre 2022 18:02

Dacia Spring, arriva l'elettrica più economica.

Paolo Odinzov ·

Rendere la mobilità elettrica accessibile a tutti. Dacia, marchio low cost, ha mantenuto la promessa fatta quando lo scorso anno aveva annunciato i piani di sviluppo del marchio, accelerati con l’arrivo di Luca de Meo a capo di Renault, e ha aperto gli ordini della nuova Spring con un listino a partire da 19.900 euro che scende fino a  9.460 euro comprendendo ecobonus e rottamazione). Primo consegne da settembre.

La city car a batterie vestita da crossover si conferma così la vettura al momento più economica nella categoria. Senza però farsi mancare nulla nei contenuti destinati a farne una protagonista a zero emissioni nel traffico urbano. A cominciare dalle dimensioni contenute, con una lunghezza di 3,73 metri, e dal raggio di sterzata ridotto di 4,8 metri. Fino all’abitacolo tagliato per ospitare 4 persone con un bagagliaio espandibile della capacita da 300 a 600 litri.

Fino a 230 chilometri di autonomia

A spingere la Dacia Spring è un motore elettrico da 33 chilowatt (44 cavalli) in grado di farle raggiungere una velocità massima di 125 chilometri orari. L’alimentazione è affidata ad una batteria da 26,8 chilowattora: capace di garantire 230 chilometri di autonomia nel ciclo Wltp e che può essere ricaricata all’80% in meno di un’ora impiegando una colonnina in corrente continua da 30 chilowatt. Oppure anche da una normale presa domestica in 14 ore.

Le versioni Business e Cargo

Dacia Spring sarà disponibile anche nelle versioni Business per il car sharing e in quella Cargo omologata N1 priva di sedili posteriori e con un volume di carico pari a 1.100 litri. Di serie prevede diversi equipaggiamenti, tra cui un sistema di bordo con display digitale da 3,5 pollici mentre e riconoscimento vocale di Google o Apple. Mentre sul fronte sicurezza offre tra le diverse tecnologie il cruise control e la frenata d’emergenza automatica tramite radar anteriore.

Optional da piccola grande

Tanti infine gli optional pronti a fare della Spring una mini ammiraglia elettrica. Dal dispositivo di assistenza al parcheggio, al sistema multimediale Media Nav con touchscreen da 7 pollici, navigatore e compatibilità con Apple CarPlay ed Android Auto.

"Cambierà le carte in tavola"

“Dacia si è sempre adoperata per ridefinire l’essenziale. Siamo noti nell’industria automotive per le nostre rivoluzioni, prima con Logan e poi con Duster che ha reso il suv accessibile a tutti - ha detto Denis Le Vot, membro del Comitato Esecutivo del Gruppo Renault - oggi avviene la terza rivoluzione di Dacia, il suo nome è Spring e porterà una svolta su tre mercati distinti: quello delle autovetture, quello del car sharing con molti operatori in tutta Europa e, infine, quello delle consegne dell’ultimo miglio con la versione commerciale Cargo. Sarà una vettura che cambierà le carte in tavola prospettandosi come una soluzione di mobilità elettrica accessibile a tutti”.

Tag

Auto Elettrica  · Dacia Spring  · SUV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

A ottobre la citycar a zero emissioni romena è stata, per il secondo mese consecutivo, l'elettrica più venduta in Italia. E' la più economica sul mercato (da 20.100 euro)

· di Elisa Malomo

La nuova versione crossover nasce sulla piattaforma di Renault Clio e Captur, ha sistemi Adas e moderno sistema di infotainment. Motore benzina e benzina-Gpl, prezzi da 12.600 euro...

· di Angelo Berchicci

La concept mostra il nuovo volto del marchio del gruppo Renault. Un suv medio al prezzo di una vettura di segmento inferiore, grazie alla piattaforma CMF-B. Anche elettrificata