Ultimo aggiornamento  18 settembre 2021 07:18

Il cinema racconta le auto del futuro.

Linda Capecci ·

La mobilità è in costante evoluzione, tra auto autonome, vetture che cambiano forma con un semplice comando, o volanti. Il cinema ha provato a raccontare le auto del futuro e alcuni film non si sono allontanati molto dalla realtà: dalla Lexus autonoma di "Minority Report", alle Spinner di "Blade Runner", dal taxi volante de "Il Quinto elemento", alla viabilità autonoma in "Atto di forza". Tra motori e fantascienza ricordiamo alcune tra le auto più celebri.

Spinner, Blade Runner 

"Blade Runner" (1982) di Ridley Scott è diventato un film di culto, capace di evocare un futuro oscuro e minaccioso, moderno ma decadente. Le stesse sensazioni che trasmettono le spinner, i veicoli volanti del film, che sembrano alimentati a vapore. Non è strano immaginare auto che volano anche in un futuro prossimo, diverse Case si stanno muovendo in questa direzione.

Johnny Cab in Atto di forza 

"Atto di forza" (1990) di Paul Verhoeven non è invecchiato benissimo, è l'emblema di come si immaginava il futuro nel passato. Eppure dal punto di vista della mobilità la sceneggiatura aveva guardato avanti, tanto da concepire un sistema di viabilità autonoma gestito da un pilota robot con sembianze umane, Johnny Cab, in grado anche di fare conversazione. Quello che oggi potremmo interpretare come un divertente sistema di infotainment.

I taxi de Il Quinto Elemento

Nel fantascientifico "Il Quinto Elemento" (1997) il regista Luc Besson ha immaginato una New York popolata da taxi gialli volanti. Certo è buffo pensare che nel 2263 – anno in cui è ambientato il film - ci sarà ancora posto per i vecchi yellow cab, ma quello che guida il protagonista Bruce Willis è dotato di dispositivi di sicurezza straordinari. Mai dire mai.

Lexus 2054, Minority Report

Quello che vediamo in "Minority Report" (2002) è un concept futuristico ideato da Lexus; pare che il regista del film Steven Spielberg, da estimatore, avesse scelto il marchio. E Lexus ha quindi sviluppato questo esemplare, il 2054, chiamato come l'anno in cui è ambientato il film. Una vettura a guida autonoma e capace di eseguire comandi vocali. Per niente lontano dalla nostra contemporaneità.

Audi RSQ e RSQ e-Tron — Io, Robot

Nella Chicago del 2035, Will Smith è alla guida di un'Audi realizzata appositamente come concept per il film "Io, Robot"(2004), ispirato ai racconti di Isaac Asimov e diretto da Alex Proyas. Il modello presenta elementi futuristici come le ruote sferiche o la capacità di cambiare colore. Un'evoluzione dello stesso modello, ancora più innovativa e battezzata RSQ e-Tron, è stata la prima concept car digitale del brand tedesco, ed è apparsa nel film di animazione "Spie sotto copertura"(2019), che vede sempre lo stesso Smith (in versione cartoon) come protagonista.

Da sempre mondo del cinema e dell'auto evolvono e si influenzano, anche solo per gioco. Una contaminazione che non smetterà mai di sorprenderci.

Tag

Auto autonoma  · Auto robot  · Auto volante  · Blade Runner  · Futuro  · 

Ti potrebbe interessare