Ultimo aggiornamento  15 giugno 2021 14:02

Auto veicolo preferito dai giovani.

Redazione ·

Secondo l'analisi “Millennials e Zoomer qual è il loro rapporto con l’auto e la mobilità”, condotta dall'azienda di ricerca Areté a febbraio, le generazioni “Y” (nati tra il 1981 e il 1995) e “Z” (nati dopo il 1995) preferiscono ancora l’auto per gli spostamenti quotidiani, prettamente con motore diesel o benzina, anche se la soluzione elettrificata sta recuperando terreno nei consensi.

Sharing seconda scelta

Oltre 6 su 10 scelgono l'auto per gli spostamenti abituali (64%), mentre il 13%, anche durante la pandemia, si affida ai mezzi pubblici, l’8% si muove a piedi, il 6% si serve dei servizi di sharing (auto, monopattino, bicicletta e scooter). La patente è in possesso del 90% degli intervistati che dichiara di utilizzare i servizi di sharing per liberarsi dalle complicazioni della proprietà (60% del campione) e per ragioni economiche (30%).

Futuro elettrificato

Per i Millennials e Zooomer, l'auto deve essere nuova, il 72% degli intervistati la preferisce all’usato, comoda e funzionale per il parcheggio (49%). 9 casi su 10 hanno un motore endotermico, ma il 60% dichiara che la propria prossima auto sarà elettrificata per non inquinare (54%). L'unico dubbio riguarda il costo: metà del campione si dichiara disposto a spendere “solo” tra i 6mila e i 15mila euro, mentre il 39% si dice disponibile sopra i 21mila euro. Causa crisi acuita dalla pandemia, solo il 22% è intenzionato ad acquistare un’auto in contanti, il 53% si affiderebbe a un finanziamento, il 24% preferirebbe formule come leasing e noleggio a lungo termine con un canone mensile.

Per quanto riguarda i canali di vendita, il 74% dei Millennials e Zooomer intervistati utilizza l’online per una prima ricognizione, il 10% si affida alle riviste specializzate, per l’8% è decisivo il passaparola. Per 8 casi su 10 poi è fondamentale il passaggio in concessionaria. "I dati confermano la centralità dell’auto anche per queste fasce di popolazione. La scelta della motorizzazione elettrica, spinta da una vocazione ambientale, appare un must per l’auto del prossimo futuro. Una propensione destinata però a scontrarsi con la limitata capacità e volontà di spesa per l’auto delle nuove generazioni”, ha sottolineato Massimo Ghenzer, Presidente di Areté.

Tag

Areté  · Giovani  · Millennial  · Zoomer  · 

Ti potrebbe interessare