Ultimo aggiornamento  04 ottobre 2022 01:57

Ammiraglia elettrica Volkswagen: quello che sappiamo.

Edoardo Nastri ·

“Un’ammiraglia elettrica per il futuro. Un progetto faro che indicherà la direzione di tutto il gruppo”. Ralf Brandstätter, ceo del marchio Volkswagen, ha svelato alcuni dettagli del nuovo modello a zero emissioni che diventerà il fiore all’occhiello del costruttore tedesco. Ecco tutto quello che sappiamo.  

Nome in codice

Il costruttore tedesco ha scelto di chiamare “Project Trinity” il progetto per la realizzazione della sua nuova ammiraglia elettrica. Non sappiamo tuttavia se questo nome riveli parte della nomenclatura riservata al modello che dovrebbe essere svelato nel 2026 e cui dovrebbe lavorare un team di ingegneri specifico.

Nuova piattaforma

Alla base del progetto c’è una piattaforma di nuova generazione che sembra non avere troppi punti in comune con la Meb, dedicata a modelli di fascia più bassa. L’architettura potrebbe invece essere la stessa a cui sta lavorando il team Audi chiamato “Artemis” guidato dall’ingegnere Alex Hitzinger, responsabile dei progetti sulla guida autonoma.

Autonomia da record

La piattaforma di ultima generazione permetterà l’utilizzo di nuovi pacchi batteria più efficienti per un’autonomia e tempi di ricarica da record. I chilometri a zero emissioni saranno almeno 700. “La vettura avrà un design iconico e sarà basata su una piattaforma con pavimento completamente piatto ad altissima efficienza”, dice Ralf Brandstätter.  

La guida autonoma

Il modello entrerà in produzione offrendo di serie la guida autonoma di livello 2+ (guida autonoma in autostrada con mani sul volante del conducente). Sarà comunque equipaggiato con tutti i sensori necessari al raggiungimento del livello 4 (guida completamente autonoma in alcune condizioni specifiche): il loro utilizzo dipenderà dalle normative in vigore nei singoli mercati di riferimento.

Il processo produttivo

“Questo modello sarà leader nell’innovazione in ogni aspetto, compreso quello produttivo”, dice Brandstätter. La vettura verrà costruita nel quartier generale di Volkswagen a Wolfsburg seguendo un processo produttivo innovativo totalmente connesso.

Le rivali

Quello delle ammiraglie elettriche è un segmento in crescita. La prima concorrente naturale della nuova ammiraglia di Volkswagen è la Tesla Model S, ma ci sono anche le Mercedes-Benz EQE ed EQS e la prossima generazione della Bmw Serie 7 anche a zero emissioni. 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Tesla Model S Plaid+, Mercedes EQS e Audi A6 e-tron. Tre ammiraglie dotate di super batterie per percorrenze che superano i 700 chilometri con un solo pieno

· di Angelo Berchicci

Tanti saranno gli impianti di produzione di batterie per auto elettriche nel Vecchio continente entro il 2030. Obiettivo: ridurre i costi e prezzi. In arrivo anche 18 mila...

· di Massimo Carati

Per il ceo Brandstätter entro il 2030 le elettriche in Europa varranno più del 70% delle vendite del marchio, oltre il 50% in Cina e Usa. Nuova piattaforma e margini garantiti