Ultimo aggiornamento  13 giugno 2021 01:08

Green NCAP: ID.3 e Nexo a 5 stelle.

Redazione ·

Sono 25 le auto sottoposte a prova nella quinta serie di test di Green NCAP, il consorzio indipendente di cui per l’Italia fa parte ACI e che valuta le emissioni e i consumi reali delle vetture in commercio: 13 con motore a benzina (12 convenzionali e 1 ibrida), 7 diesel, 1 alimentata ad idrogeno, 1 completamente elettrica e 3 con tecnologia ibrida plug-in.

100% a batteria e idrogeno al top

Massimo punteggio – quindi cinque stelle – per l’elettrica pura Volkswagen ID.3 e la Hyundai Nexo, mossa da un motore a idrogeno. Entrambe hanno registrato zero emissioni a livello di scarico.

Differenti valutazioni per i veicoli elettrici ibridi plug in, dotati di doppia alimentazione e per la prima volta presenti nei test. Si va dalle 4 stelle della Toyota Prius, alle 3,5 della Kia Niro, per arrivare alle 2 della Mitsubishi Outlander.

Nella valutazione Green NCAP di questo segmento è importante la valutazione dell’autonomia elettrica: il viaggio inizia con la batteria completamente carica e termina con la batteria scarica.

L’unica full hybrid – con doppia alimentazione, non ricaricabile alla spina - sottoposta a prova in questa edizione, la Toyota Yaris 1,5, ha ottenuto 3,5 stelle.

Risultati alterni per benzina e diesel

Tra le auto con alimentazione tradizionale, con motore a benzina, la migliore è la Volkswagen Golf (3,5 stelle), seguita da Audi A3 Sportback, Citroën C3 1,2 e Skoda Fabia 1,0 con tre stelle.

Leggermente meno bene Bmw 118i, Dacia Sandero Sce 75, Fiat Panda 1,2, Honda Civic 1,0 Turbo, Mazda Cx30, Mini Cooper Steptronic, Opel Corsa 1,2 Dl turbo, tutte con 2,5 stelle. 1,5 il risultato complessivo per la Hyundai Tucson 1,6 GDI.

Per quanto riguarda le diesel, sugli scudi con 3,5 stelle la Škoda Octavia, leggermente meglio della Seat Leon Sportstourer (3). 2,5 stelle ottengono la Ford Kuga 2.0 Ecoblue e la Mercedes A 180d.

Per Bmw X1 xDrive 18d, e Volvo XC60 la valutazione si ferma a 2 stelle. 1,5, invece, il risultato della Land Rover Discovery Sport D180.

“Bene elettriche e idrogeno”

“Anche gli ultimi test Green NCAP hanno evidenziato la maggiore sostenibilità delle alimentazioni elettriche e a idrogeno – ha detto Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'Automobile Club d'Italia, commentando i risultati - anche se i motori a combustione tradizionale di ultima generazione si sono comportati molto bene. A metà strada i veicoli ibridi che possono facilitare, in questa fase di transizione, il passaggio alle tecnologie a zero emissioni”.

I risultati completi e dettagliati della tornata di test sono disponibili sul sito di Green NCAP.

Tag

ACI  · Angelo Sticchi Damiani  · auto a idrogeno  · Green NCAP  · Hyundai Nexo  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il suv fuel cell coreano - con al volante il rallysta Brendan Reeves - ha percorso 887,5 chilometri con un solo pieno, quasi 110 più del precedente primato di Bertrand Piccard...

· di Redazione

Primo test del 2021 e massimo risultato per l’elettrica del sub brand di Volvo e il suv del nuovo marchio sportivo di Seat. Aggiornati i risultati anche di Renault Arkana e Lexus...

· di Redazione

Il consorzio europeo che valuta le emissioni ha analizzato il comportamento di 24 vetture, elettriche, benzina, diesel e a metano. Solo quelle a zero emissioni hanno 5 stelle