Ultimo aggiornamento  25 settembre 2021 21:18

Stellantis e Toyota: pace con la California.

Paolo Borgognone ·

Dopo General Motors anche Stellantis, Toyota e altre importanti case automobilistiche, riunite nella Coalition for Sustainable Automotive Regulation, hanno abbandonato la battaglia legale - intrapresa dalla amministrazione Trump - tra il governo federale e la California sul diritto dello stato di stabilire i propri standard per le emissioni di gas serra e le regole sul risparmio di carburante che avevano finora sostenuto.

Il gruppo - che comprende anche Subaru, Hyundai, Kia, Mazda, Mitsubishi e la National Automobile Dealers Association che raccoglie oltre 16mila venditori  – aveva aderito alla causa in quanto, per i costruttori, erano necessarie  regole unificate a livello nazionale per fornire la stabilità utile a una programmazione industriale sostenibile.

Ora la Coalition for Sustainable Automotive Regulation, ha dichiarato di essere allineata con gli obiettivi del presidente Joe Biden - che non appena eletto ha indirizzato la sua amministrazione a riconsiderare il piano di Trump - di "raggiungere miglioramenti anno su anno" negli standard di risparmio di carburante "che forniscano significativi benefici per il clima e la sicurezza energetica nazionale". Per questo motivo, “con un gesto di buona fede e per trovare un percorso costruttivo - si legge in una nota - la Coalition ha deciso di ritirarsi dalla causa, anche al fine di unificare l'industria automobilistica dietro un unico programma nazionale, con standard ambiziosi e raggiungibili." 

Settore spaccato

General Motors - la prima a rinunciare all'azione legale - faceva parte del gruppo fin dalla sua nascita nel 2019, ma lo aveva improvvisamente abbandonato solo poche settimane dopo l'elezione di Biden, sostenendo che i suoi obiettivi erano ora in linea con quelli della nuova amministrazione.

Ford, Honda, Volkswagen e altri avevano invece fin da subito sposato le idee della California e della dozzina di altri stati che avevano siglato un patto sulla riduzione delle emissioni.

Lavoro di gruppo

Un'altra organizzazione, la Alliance for Automotive Innovation, il principale gruppo che riunisce tutte le case automobilistiche che vendono negli Stati Uniti, è scesa in campo dichiarando l'intenzione di trovare con l'amministrazione Biden obiettivi condivisi, incluso un programma nazionale di emissioni rivisto che includa la California e tutti gli stati secondo standard unificati. Questo proprio per far ritrovare unità al settore.

Il gruppo afferma che intende anche spingere per i requisiti sulle emissioni "all'incirca a metà strada" tra quelli di volta in volta implementati da Trump e Obama, e che intende affiancare l'amministrazione nel suo sforzo di diffusione dei veicoli elettrici.

"Il nostro obiettivo - ha dichiarato John Bozzella, Presidente e ceo dell'Alliance for Automotive Innovation - è lavorare tutti insieme per ottenere miglioramenti ambientali, fornendo benefici ai consumatori, creando opportunità e posti di lavoro e rafforzando l'economia della nostra nazione".

Tag

California  · Donald Trump  · Gruppo Toyota  · Stellantis  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Lo stato americano ha approvato una legge per vietare la vendita di veicoli endotermici a partire dalla metà del prossimo decennio. E' il secondo a farlo dopo la California

· di Paolo Borgognone

La strategia del presidente Usa per la svolta a batteria: controllo emissioni, credito d’imposta, incentivi, infrastrutture e stimolo economico. Flotta statale a zero emissioni