Ultimo aggiornamento  14 maggio 2021 16:37

Speciale aste: cosa accade nel 2021 (2ª puntata).

Elisa Malomo ·

Passione per i dettagli, per la storia, per il progresso tecnico e per una ricercatezza estetica senza tempo. E un giro d'affari da miliardi di dollari. Il mondo delle aste di auto d'epoca è questo e tanto altro ancora, con alcune vetture che rappresentano una forma alternativa di investimento. 

La tendenza nel 2021 vede per adesso una programmazione che affida la maggior parte delle vendite alle aste online e ad apposite piattaforme digitali, che permettono a collezionisti e appassionati da tutto il mondo di partecipare in totale sicurezza. Ci sono e ci saranno, ma meno di un tempo, le occasioni in cui si potrà toccare con mano un prodotto, nel tentativo di tornare a una normalità. Ecco una panoramica dei primi grandi appuntamenti in programma per il 2021.

Pubblico in presenza negli Usa

Calendario alla mano, salta subito all'occhio il ruolo di primo piano che svolgono gli Stati Uniti dove si svolgerà la maggioranza degli eventi di settore. Qui le misure restrittive per arginare il contagio del virus sono meno rigide rispetto a quelle europee. Ad aprire la stagione è stata la Mecum Auction, uno dei nomi più altisonanti del settore che, dal 7 al 16 gennaio, ha tenuto l'evento "Kissimmee" all'Osceola Heritage Park (Florida), ammettendo la presenza del pubblico grazie a una meticolosa attenzione verso tutti i protocolli di sicurezza. Hanno sfilato 3.000 veicoli da collezione, fra cui la Ferrari 340 America (1951) che partecipò a Le Mans del 1952 e una Shelby 427 S/C Cobra Roadster (1967), considerato un autentico pezzo di storia americana.

“Partecipazione limitata”

L'altro gigante delle aste, la Rm Sotheby's, a partire dal 22 gennaio lancia l'evento “Arizona” a cui potranno presenziare solamente gli offerenti che si sono registrati precedentemente, mentre il resto dei partecipanti prenderanno parte tramite la diretta streaming e potranno fare le loro offerte con un semplice click o per telefono. Delle 80 auto in vendita, una delle più attese è il prototipo Shelby Serie 1, l'unica auto progettata e costruita interamente sotto la direzione di Carrol Shelby come erede in chiave moderna della sportiva Ac Cobra.

A Scottsdale (Arizona), considerato il cuore delle aste statunitensi, sono previsti altri due eventi. Il primo è quello della casa Russo and Steele del 27 marzo, che consentirà l'accesso solamente a tutti quelli che sono realmente intenzionati ad acquistare una delle preziose auto presenti nel catalogo, escludendo curiosi e giornalisti. L'altro è organizzato del magnate delle auto classiche Barrett-Jackson che, dopo l'ennesimo aumento dei casi di coronavirus, ha deciso di posticipare a fine marzo il suo appuntamento previsto inizialmente per i primi di gennaio “con l'obiettivo di salvaguardare clienti, sponsor, ospiti e dipendenti dall'attuale picco della pandemia”.

Solo online

Fra le grandi case d'aste c'è anche chi preferisce la massima prudenza. È il caso della Gooding & Co. che ha deciso di rimandare l'appuntamento dedicato alle vetture d'epoca che si svolge con cadenza annuale sempre a Scottsdale per sostituirlo con il “Geared Online”, una grande asta virtuale che avrà luogo da lunedì 18 a venerdì 22 gennaio. Se la modalità di svolgimento cambia, le grandi auto restano: nel catalogo online spicca il nome e la foto di una Ferrari 275 GTB Long Nose del 1966 che si stima possa essere venduta tra i 2 e i 2,4 milioni di dollari.

L'evento più atteso

L'evento più atteso è uno dei più grandi su scala globale dedicato all'universo delle auto storiche, la Monterey Car Week che ogni anno ospita centinaia di gioielli a quattro ruote nelle splendida cornice offerta dalla costa californiana. Nel 2020, l'appuntamento è stato posticipato proprio a causa della pandemia. Quest'anno è stato riprogrammato nella seconda settimana di agosto e prevede la partecipazione di tutte le case d'aste fino ad ora citate, con l'aggiunta della Worldwide Auctioneers, altra protagonista del settore. Per il momento non sono ancora stati forniti dettagli sulla formula di svolgimento, ma è presumibile una partecipazione ridotta del pubblico affiancata da eventi online.

"La normalità è nel futuro"

Nel resto del mondo, invece, le aste relative alle auto classiche sono ancora limitate a eventi online. Inclusa l'Inghilterra, altra patria delle vendite di vetture storiche che, a causa del rigido lockdown e della grave crisi sanitaria attualmente in corso dovrà rinunciare ancora per molto alle aste tradizionali come quelle allestite ogni anno dal colosso Bonhams che, per il momento, intensificherà la vendita sul web dei suoi pezzi da collezione.

Come ha scritto Keith Martin, ex firma della rivista di settore Autoweek ed esperto di auto da collezione, “la normalità è ancora nel futuro”.

Tag

Aste  · bonhams  · Mecum  · Monterey Car Week  · RM Sotheby’s  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Nei loro garage riposano pezzi unici dal valore inestimabile che raccontano la storia dell'automobilismo. Ecco chi sono i cinque più importanti al mondo

· di Linda Capecci

"Auto come riserva di valore, al pari di opere d'arte": il gruppo finanziario svizzero punta sulle storiche. Nel comitato tecnico l'ex direttore sportivo Ferrari Cesare Fiorio

· di Elisa Malomo

La versione coupé di Maranello che nel 1952 ha partecipato alla 24 ore di Le Mans sarà venduta all'asta sul sito Mecum Auction. Auto ricca di storia e di molti passaggi di...