Ultimo aggiornamento  20 aprile 2021 04:02

Toyota rileva il 100% di Kolin.

Angelo Berchicci ·

Toyota ha acquisito la completa proprietà dello stabilimento di Kolìn, in Repubblica Ceca, fino ad ora in joint-venture con Peugeot e Citroën. L’impianto al momento continuerà ad assemblare le citycar Toyota Aygo, Peugeot 108 e Citroën C1, ma verrà ampliato per far partire anche la produzione della Yaris e di powertrain ibridi.

Nuovi investimenti

Lo stabilimento, aperto nel 2002 grazie alla collaborazione tra Toyota e gruppo Psa, diventa così l’ottavo sito interamente di proprietà della Casa giapponese in Europa. Toyota ha investito nell'impianto oltre 4 miliardi di corone ceche, non solo per rilevare le quote di Peugeot e Citroën ma anche per incrementarne la capacità produttiva, con l'introduzione della piattaforma globale TNGA e della tecnologia ibrida.

Arriva anche la Yaris

Grazie ai lavori di ammodernamento, a partire dalla seconda metà del 2021 Kolìn si aggiungerà allo stabilimento francese di Valenciennes nella produzione della nuova Yaris, in modo da soddisfare la forte domanda che l’utilitaria ha generato in Europa. Le vetture a marchio Peugeot e Citroën continueranno ad essere prodotte su licenza da Toyota.

L’operazione porterà a un aumento dei turni e dei posti di lavoro nel sito, che attualmente occupa più di 3.500 persone. L’impianto, conosciuto come TPCA (Toyota Peugeot Citroën Automobile), ha cambiato così la sua denominazione in TMMCZ (Toyota Motor Manufacturing Czech Republic).

Tag

Citroën  · Peugeot  · Repubblica Ceca  · Toyota  · Yaris  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Giunto alla quarta generazione, in Italia il suv più grande del costruttore è in vendita con un sistema full hybrid da 248 cavalli e prezzi da 47.200 euro

· di Edoardo Nastri

La Casa giapponese nel terzo trimestre 2020 passa dal 5,1 al 5,9% di quota in Europa. "Merito in particolare della Yaris", dice il capo delle vendite Matt Harrison

· di Angelo Berchicci

Il primo suv di segmento B della Casa arriverà tra un anno. Condivide con l'utilitaria la piattaforma GA-B e il sistema ibrido di ultima generazione. Anche a trazione integrale