Ultimo aggiornamento  29 settembre 2021 00:03

Jay Leno: ecco perché Musk è un genio.

Paolo Borgognone ·

Cosa rende Elon Musk un genio? L’idea di costruire – oltre alle auto elettriche – le infrastrutture per caricarle”. Parola di James “Jay” Leno, 70 anni, conduttore tv fra i più noti in America, oggi proprietario di una collezione di quasi 300 automobili e al timone di un programma sulle auto più leggendarie della storia, il “Jay Leno Garage”.

L’ex presentatore del seguitissimo “Tonight Show” ha parlato di questo e di molto altro durante un’ intervista tv al programma “The News with Shepard Smith” sul canale Cnbc.

“Oggi – prosegue Leno – molti producono vetture a batteria. Il problema non è comprarle ma caricarle. Elon è stato intelligente quando ha iniziato. Sapeva che l’idea delle elettriche avrebbe funzionato e quindi ha cominciato a costruire anche le stazioni di ricarica. Prima si poteva andare dalla California a Las Vegas senza problemi, oggi puoi praticamente girare tutta l’America senza nessuna difficoltà, fermandoti dove e quando serve”.

Concorrenza sbaragliata

A rendere le Tesla le elettriche favorite di Leno è proprio la loro autonomia. “E’ qui la differenza con le auto a batteria di altri Paesi, le tedesche e le europee in generale. Non coprono le stesse distanze delle Tesla e questo perché l’industria californiana è leader nel settore. A volte gli americani soffrono di un complesso di inferiorità, pensano che gli altri siano più bravi ma non è cosi. sono un grande fan dell'industria statunitense”.

E il discorso, secondo lui, non vale solo per le elettriche. “Prendete come esempio la Corvette della General Motors. Un’auto che può rivaleggiare con le Lamborghini e le Ferrari. Ma mentre queste costano almeno 250mila dollari, per la Corvette ne bastano 60mila”.

Secondo Leno un’altra prova delle capacità manageriali di Musk sta nel successo che sta ottenendo con la sua Space X, l’azienda aerospaziale che promette di portarci presto su Marte. “Elon è capace di mandare un razzo in orbita e di riportarlo a terra spendendo un decimo di quello che investe la Nasa. E’ quello che deve fare un buon imprenditore privato: risparmiare, essere più veloce ed efficiente”.

Buone per tutti i giorni

Tornando alle auto, Leno risponde a quanti non vogliono rinunciare al rombo dei motori e per questo non scelgono un’elettrica. “Basta avere due auto. Quelle tradizionali sono perfette per farsi un giro e andare a spasso nei week end. Anche io quando voglio divertirmi prendo la mia Triumph TR 3 del 1960 o qualcosa di simile e vado a fare casino fuori città. Ma quando sei nel traffico di un giorno lavorativo a Los Angeles e stai in auto un’ora, un’ora e mezza imbottigliato, paraurti contro paraurti con altre migliaia di macchine, a quel punto avere un’elettrica significa che non stai consumando risorse e soprattutto non stai inquinando”.

Tag

Auto Elettrica  · Elon Musk  · Ferrari  · Jay Leno  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Il ceo ha raccontato al conduttore americano che la Roadster avrà un motore supplementare derivato dalle navicelle spaziali e che il pickup Cybertruck sarà blindato