Ultimo aggiornamento  17 gennaio 2021 20:38

Hyundai, la Veloster elettrica sfida le i30 da WTCR (VIDEO).

Angelo Berchicci ·

Una sfida di accelerazione tra “cavalli tradizionali” e “cavalli elettrici”. E’ l’oggetto del video diffuso sui canali social del Pure ETCR, il nascituro campionato turismo per vetture a batteria, realizzato assieme a Hyundai Motorsport. Nella clip viene messo a confronto lo scatto da fermo della Veloster N elettrica che prenderà parte nel 2021 alla prima stagione dell’ETCR, con quello di due tradizionali i30 N che la Casa schiera nel WTCR. E il risultato non lascia spazio a dubbi.

La "drag race"

Per evitare favoritismi nei confronti della Veloster elettrica, il costruttore coreano (il cui dipartimento sportivo ha sede ad Alzenau, in Germania) ha chiesto a entrambi i team schierati nel campionato del mondo turismo WTCR - il BRC Lukoil Squadra Corse e l’Engstler Liqui Moly Racing Team - di mettere a disposizione una delle loro i30 N ufficiali, guidate rispettivamente da Gabriele Tarquini (campione del mondo WTCR 2018) e Luca Engstler. Al volante della Veloster N c’era invece il compagno di squadra di Tarquini e vincitore del campionato WTCR nel 2019, l’ungherese Norbert Michelisz.

Le tre vetture sono state allineate dietro i cancelli luminosi che costituiranno la modalità di partenza delle gare ETCR, e al via hanno potuto scatenare tutta la loro potenza su un lungo rettilineo, nel quale la Veloster elettrica ha nettamente staccato le due avversarie a benzina.

Le schede tecniche

Un risultato che non sorprende se si va a guardare le schede tecniche delle vetture. Le due i 30 N rispondono al regolamento TCR e sono mosse da un quattro cilindri turbo da 2 litri, che eroga 350 cavalli e 450 newtonmetri di coppia. Le auto sono dotate di un cambio sequenziale a 6 marce con paddles al volante e, come per la vettura di serie, hanno la trazione sull’asse anteriore.  

La Veloster N, invece, è dotata di batterie da 800 Volt e 65 chilowattora, sviluppate dalla Williams Advanced Engineering, e ha una potenza massima di 500 chilowatt (pari a 670 cavalli), scaricati sull’asse posteriore da quattro motori (due per ciascuna ruota).

Non sappiamo in quanto tempo viene coperto lo 0-100, ma è facile prevedere un’accelerazione bruciante, vista la quantità di coppia in basso tipica dei motori elettrici. Con queste premesse la sfida si rivela piuttosto impari, e poco può il peso inferiore della i 30 N (1.265 chili contro i 1.700 della Veloster).

Format inedito

Dopo la recente presentazione della serie elettrica al MotorLand Aragón di Alcañiz, sappiamo che la prima stagione sarà composta da sei appuntamenti, e a prendervi parte saranno tre squadre. Oltre a Hyundai, che affiderà la Veloster N al pilota brasiliano Augusto Farfus, parteciperà in veste ufficiale anche Cupra, la cui e-Racer sarà portata in gara da Jordi Gené e Mattias Ekström. Presente anche il team italiano Romeo Ferraris, che schiererà la sua Alfa Romeo Giulia a batteria, condotta da Jean-Karl Vernay.

Per assicurare prestazioni simili e ridurre i costi, il regolamento del nuovo campionato impone a tutti i concorrenti di utilizzare le stesse componenti per la parte elettro-meccanica, ma anche gli pneumatici, forniti da GoodYear, saranno uguali per tutti.

Il format di gara sarà diverso rispetto ai tradizionali appuntamenti per vetture turismo, e punterà maggiormente sull’intrattenimento. I piloti verranno divisi in gruppi da tre o quattro, e gareggeranno l’uno contro l’altro in gare sprint di breve durata (circa 10 chilometri).

Tag

Hyundai  · Nyundai i 30 N  · Nyundai Veloster N elettrica  · Pure ETCR  · WTCR  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Romeo Ferraris svela la vettura con cui prenderà parte al Pure ETCR, nel 2021 la prima stagione del campionato per auto a batteria. Oltre 670 cavalli e zero emissioni

· di Angelo Berchicci

Si chiama RM20e l'ultimo prototipo da corsa sviluppato dalla Casa coreana. Alimentazione a batteria, motore centrale, 810 cavalli e ben 960 newtonmetri di coppia