Ultimo aggiornamento  27 novembre 2021 10:34

Ferrari: lascia il ceo Louis Camilleri.

Redazione ·

Louis Carey Camilleri ha rassegnato le dimissioni – con effetto immediato – dal ruolo di ceo di Ferrari e da membro del consiglio di amministrazione del costruttore. La decisione – ha comunicato la Casa di Maranello  – è stata presa “per motivi personali”.

Elkann ceo ad interim

Il ruolo di amministratore delegato di Ferrari viene assunto ad interim dal presidente esecutivo John Elkann, che si è detto “profondamente dispiaciuto” e ha anche confermato che il cda “gestirà il processo già avviato di identificazione del successore di Camilleri”.

“Vorrei esprimere i nostri più sinceri ringraziamenti – sono state ancora le parole di Elkann in una lettera ai dipendenti - a Louis per la sua incondizionata dedizione nel ruolo di nostro amministratore delegato dal 2018 e di membro del Cda dal 2015. La sua passione per Ferrari è sconfinata e sotto la sua guida la società si è ulteriormente affermata come una delle più grandi al mondo, capitalizzando il suo patrimonio davvero unico e la sua continua ricerca dell'eccellenza. Auguriamo a lui e alla sua famiglia un lungo e felice periodo di pensionamento".

"Un privilegio"

In un altro comunicato le parole di commiato di Camilleri: “La Ferrari ha fatto parte della mia vita e servirla come amministratore delegato è stato un grande privilegio. La mia ammirazione per gli straordinari uomini e donne di Maranello, per la passione e la dedizione che mettono in tutto ciò che fanno è illimitata. Sono orgoglioso dei risultati raggiunti dalla società dal 2018 e so che gli anni migliori della Ferrari devono ancora venire".

Il piano industriale

Camilleri, nato ad Alessandria d'Egitto e di nazionalità maltese, 65 anni, era stato nominato ceo di Ferrari alla fine di luglio del 2018, subito dopo la scomparsa di Sergio Marchionne, mentre John Elkann assumeva la presidenza.

Nei due anni e mezzo della sua gestione, il marchio ha continuato nella sua crescita fatta di record per risultati finanziari e vendite, cosa che invece non si può dire per la squadra di Formula 1.

Nell'ultimo piano industriale firmato da Camilleri, tra il 2019 e il 2022 Ferrari ha previsto di lanciare ben 15 nuovi modelli, tra cui all'inizio del novembre scorso l'ibrida plug-in SF90 Spider da 1.000 cavalli e presto l'attesissimo - probabilmente intorno all'estate del prossimo anno - il suv (o fuv, come lo chiamano a Maranello) finora denominato Purosangue.

Tag

Ferrari  · John Elkann  · Louis Camilleri  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Il manager arriva da una società di componentistica elettronica. Nel ruolo dal 1 settembre. "E' esperto nelle tecnologie che guidano il cambiamento", dice Elkann

· di Umberto Zapelloni

Dopo le improvvise dimissioni di Camilleri, Elkann punterebbe sul profilo di un manager più coinvolto nell'auto oltre che con una solida formazione finanziaria. Borsa positiva

· di Massimo Carati

Presentati i risultati del terzo trimestre 2020: le immatricolazioni scendono ma i numeri finanziari sono positivi grazie al migliore rapporto mix-prezzo e al taglio dei costi