Ultimo aggiornamento  11 maggio 2021 03:28

Benzinai in sciopero dal 14 al 17 dicembre.

Redazione ·

Dalla sera di lunedì 14 dicembre prossimo e fino alla mattina di giovedì 17, gli impianti di distribuzione dei carburanti, sia sulla viabilità ordinaria che sulle autostrade, rimarranno chiusi per sciopero. Ad annunciarlo - in un comunicato congiunto - le organizzazioni di categoria, Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio.

“La decisione – si legge nella nota - si è resa necessaria in conseguenza della inspiegabile indisponibilità del governo a inserire le piccole e piccolissime imprese di gestione a cui sono affidati gli impianti, nel novero delle categorie che beneficiano dei provvedimenti di sostegno che fanno parte dei diversi decreti Ristori".

Posti di lavoro a rischio

“La distribuzione carburanti – proseguono i sindacati di categoria - è classificata servizio pubblico essenziale, dovendo garantire, nelle attuali come nelle passate circostanze emergenziali, continuità e regolarità dell'attività, nell'interesse collettivo, per consentire lo spostamento delle persone ed il trasporto di ogni genere di merci".

Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio scrivono anche che – a  causa di questo - "i gestori, oltre a subire contrazioni drammatiche del proprio fatturato per effetto delle restrizioni alla mobilità e del coprifuoco notturno, non hanno alcuna possibilità di contenere i notevoli costi fissi”.

Secondo le associazioni questa situazione “sta causando chiusure incontrollate e forzate, a causa della mancanza di liquidità che porta alla impossibilità di acquistare forniture di prodotti. Fatti che preludono all'ormai prossimo progressivo fallimento delle piccole imprese di gestione, con riflessi drammatici sui livelli occupazionali del settore che da' lavoro a quasi 100mila persone".

Tag

Benzinai  · Decreto "Ristori"  · Governo  · Sciopero  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Per Assopetroli la categoria è disponibile ad accogliere le stazioni di ricarica per i veicoli elettrici e gli impianti per lo stoccaggio dell'energia. Ora tocca alla politica e al...

· di Marina Fanara

Parla il presidente Faib, che ha denunciato le difficoltà dei gestori degli impianti: in assenza di interventi da parte del governo, saranno costretti a fermare l'attività