Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 09:18

Usa, Jaguar Land Rover fa causa a Volkswagen.

Paolo Borgognone ·

Negli Usa è ancora guerra legale tra la Casa inglese – di proprietà degli indiani di Tata – Jaguar Land Rover e il gruppo Volkswagen.

L’accusa mossa a diversi suv dei differenti brand tedeschi è quella di avere un sistema di trazione integrale troppo "simile" al Terrain Response degli inglesi, che utilizza un unico pulsante per regolare tutti i sottosistemi di un veicolo per la guida fuoristrada.

Per questo motivo i legali dello studio di diritto internazionale Latham & Watkins con sede a New York e che rappresentano gli interessi di Jaguar Land Rover hanno chiesto alle autorità americane di bloccare l’importazione in Usa di molte vetture a ruote alte del gruppo di Wolfsburg: Porsche Cayenne, Lamborghini Urus, i veicoli di Audi Q8, Q7, Q5, A6 Allroad ed e-tron e la Tiguan di Volkswagen. 

Nella denuncia - presentata presso l’International Trade Commission di Washington – si sostiene che la tecnologia aiuta a gestire una "vasta gamma di superfici" e che si tratta di una caratteristica chiave nei veicoli F-Pace e Land Rover Discovery di Jaguar. L'azienda considera la capacità di trasformare chiunque si metta al volante in uno "specialista dell’off-road" una caratteristica chiave nel successo di Land Rover come marchio premium e ritiene che il mercato americano offra già abbastanza alternative al pubblico anche senza la presenza delle vetture incriminate e ritenute fuori legge.

"Jaguar Land Rover cerca di proteggere se stessa e le sue operazioni negli Stati Uniti da società che hanno importato prodotti in violazione nel mercato statunitense in quanto incorporano, senza alcuna licenza, la tecnologia da lei sviluppata e protetta dal suo brevetto", ha detto l'avvocato Matthew Moore.

Altre cause in corso

Non è la prima volta che i due gruppi finiscono in tribunale negli Stati Uniti e sempre per lo stesso motivo. Nel 2018 - dopo l'introduzione della Bentayga da oltre 200mila dollari - Land Rover ha citato in giudizio Bentley (anch'essa fra i marchi di Volkswagen): il sistema Drive Dynamics montato sul lussuoso suv di Crewe sarebbe niente altro che una copia del Terrain Response. Bentley, per tutta risposta, ha cercato di invalidare i brevetti Land Rover sia in un tribunale distrettuale che dinanzi al comitato di revisione dell'Ufficio brevetti e marchi Usa, ma senza fortuna. Un processo per questa presunta violazione è previsto per febbraio 2021.

L'International Trade Commission è un'agenzia federale indipendente che indaga sulle denunce di pratiche commerciali sleali, come la violazione dei brevetti. Non può stabilire che vengano pagati danni, ma ha il potere di impedire ai prodotti di entrare nel Paese se giudicati in violazione di brevetti e segreti commerciali. Solitamente la sua azione è più rapida di quella dei tribunali distrettuali federali e la tipica indagine è completata in 15-18 mesi.

Gli inglesi hanno comunque  presentato cause contro le società del gruppo Volkswagen anche davanti ai tribunali del Delaware e del New Jersey, chiedendo un risarcimento in denaro per l'uso non autorizzato della sua tecnologia. È probabile che questi casi vengano tenuti in stand by in attesa della conclusione della indagine della commissione per il commercio.

Tag

Bentley  · Gruppo Volkswagen  · Jaguar Land Rover  · Terrain Response  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il marchio tedesco avrebbe iniziato lo sviluppo di una citycar a batteria, da destinare al grande pubblico, più piccola della ID.3 e grande quanto una Polo. Prezzo tra 20mila e...

· di Francesco Paternò

Il ceo francese arriva l'1 settembre mentre l'azienda inglese accelera i tagli all’ombra del Covid. Una nomina a sorpresa per un gruppo alla ricerca di nuove identità