Ultimo aggiornamento  30 novembre 2020 16:02

Le piccole spider del 2000.

Edoardo Nastri ·

Piccole, economiche e a cielo aperto. L’arrivo del nuovo millennio riporta in auge la voglia di spider a buon mercato, tanto che diversi costruttori decidono di costruire delle versioni a due posti e senza tetto di alcune loro citycar, trasformando così un esperimento in un vero e proprio trend durato oltre dieci anni. Se tra i primi c'è Smart con la Roadster, seguono presto Peugeot con la 206 CC, Nissan con la Micra C+C, la Opel Tigra Twin Top e la Renault Wind. Oggi questo segmento è scomparso dal listino.

Smart Roadster

Dopo il successo della Fortwo, il gruppo Daimler decise che c’era bisogno di un nuovo modello Smart. Piccola, sportiva, divertente, la Roadster prende forma negli ultimi mesi del 1998 con sigla di progetto W452. L’obiettivo era creare una vettura che fosse divertente da guidare, ma che avesse costi di gestione contenuti e dimensioni sotto i 3,5 metri di lunghezza. Il mix perfetto era dato da tetto in tessuto, assetto rigido e motore centrale di bassa cilindrata (700 tre cilindri da 61 o 82 cavalli) il tutto per un peso complessivo intorno agli 800 chilogrammi. La vita della Roadster fu breve: a soli due anni dalla produzione iniziata nel 2003 la tedesca dovette dire addio al mercato a causa di risultati di vendita non brillanti.

Peugeot 206 CC

Chiamata a portare avanti la tradizione delle scoperte Peugeot, la 206 CC venne introdotta sul mercato alla fine del 2000. La citycar, progettata dal carrozziere francese Heuliez, era caratterizzata da un tetto in metallo apribile o richiudibile elettricamente per riporsi in un apposito vano ricavato all’interno del porta bagagli. Anticipata a febbraio del 2000 dalla concept 20Coeur e basata sulla 206 berlina, la CC debuttò in due motorizzazioni, le benzina 1.6 da 110 CV e 2.0 da 136, mentre solo nel 2004 arrivò il diesel 1.6 HDi da 109 cavalli. La 206 CC passerà alla storia come la prima vettura del segmento B dotata di hard-top a scomparsa comandato elettronicamente e verrà prodotta fino al 2007.

Nissan Micra C+C

Visti e piaciuti gli esperimenti di Smart e soprattutto di Peugeot, anche Nissan decise nel 2005 di scoprire la sua citycar. La Micra C+C riprese nell’impostazione tecnica la citycar francese: i progettisti giapponesi scelsero di dotare la vettura di un tetto rigido con montante in lamiera e superfice in vetro che all’occorrenza avrebbe potuto scomparire all’interno del vano bagagli. Disegnata dal centro stile londinese di Nissan, la Micra C+C è stata inizialmente pensata solo per l’Europa, ma dal 2007 è stata venduta anche in Giappone. La citycar era alimentata dai benzina 1.4 da 90 cavalli e 1.6 da 110, oppure dal diesel 1.5 da 82 cavalli.

Opel Tigra Twin Top

La Tigra Twin Top avrebbe dovuto essere l’erede della coupé di successo prodotta dal costruttore tedesco dal 1994 al 2001 in più di 250mila unità. Nata nel 2003 con design e progettazione curati da Heuliez, rispetto alla generazione precedente la nuova Tigra era anche spider grazie al tetto in metallo che scompariva dietro i due sedili premendo un pulsante, un sistema che permetteva di non perdere spazio prezioso all'interno del bagagliaio. L’Opel Tigra Twin Top veniva inizialmente venduta solo con il 1.4 benzina da 90 cavalli per poi essere proposta anche con il 1.8 da 125 cavalli o con il diesel del gruppo Fiat, il 1.3 da 70 cavalli. La vettura è stata prodotta fino al 2009.

Renault Wind

La Wind è l’ultima roadster di Renault. Prodotta dal 2011 al 2013, la spider era stata presentata al Salone di Ginevra 2010 e, si racconta, si sarebbe dovuta chiamare Twingo CC. La natura del progetto tuttavia fece optare tecnici e progettisti per una carrozzeria di tipo targa con il solo tetto a scomparsa all’interno del vano bagagli mentre il lunotto invece non si muove. Le forme appaiono comunque dinamiche caratterizzate dalla coda decisamente alta e dagli sbalzi corti. La Wind, che condivide pianale e meccanica con la Twingo di seconda generazione, si poteva scegliere con due motori a benzina: il 1.2 turbo da 100 cavalli o il 1.6 aspirato da 133 cavalli. 

Tag

Nissan Micra CC  · Peugeot 206 CC  · Renault Wind  · Smart Roadster  · Spider  · Targa  · 

Ti potrebbe interessare

· di Alberto Bellucci e Massimo Tiberi

Luglio 1977: richiestissime negli Usa e in Inghilterra, in Italia le auto apribili sono poco diffuse malgrado il loro fascino. Ecco le tre più vendute sul nostro mercato