Ultimo aggiornamento  30 novembre 2020 15:08

Fca-Psa: via libera alla fusione il 4 gennaio.

Redazione ·

La fusione di Fca e Psa che darà vita a Stellantis – quarto gruppo automobilistico globale per volumi – è sempre più vicina. Le due aziende hanno comunicato sui rispettivi siti internet la convocazione per il prossimo 4 gennaio delle assemblee degli azionisti che dovranno approvare in via definitiva l'accordo.

Nella comunicazione si rende noto che le assemblee si svolgeranno rispettivamente ad Amsterdam per il gruppo italo americano e a Parigi per quello francese e che il prossimo 23 novembre saranno fornite informazioni anche sulle condizioni di partecipazione e sulle proposte di deliberazione che verranno sottoposte a votazione.

La parola all’Antitrust

La scelta di procedere con le assemblee decisive per il futuro di Stellantis già nei primi giorni del 2021 sembra indicare che il parere dell’Antitrust europeo sulla fusione – atteso teoricamente entro il 2 febbraio prossimo e ultimo ostacolo alla conclusione dell'accordo – potrebbe arrivare in anticipo, forse già a dicembre di quest'anno.

La Commissione europea aveva espresso dubbi in particolare per quanto riguarda un possibile danno alla concorrenza nel settore dei furgoni su 14 mercati continentali più la Gran Bretagna. Per ovviare a queste critiche Psa avrebbe proposto di rivedere i termini di un suo accordo di joint venture per la produzione di mezzi da trasporto leggeri con Toyota, lasciando più spazio di manovra ai soci giapponesi. Agli altri costruttori – inoltre – verrebbe concesso il libero uso delle auto officine dei due marchi.

Tag

Antitrust  · FCA  · PSA  · Stellantis  · Unione europea  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il nuovo gruppo, il cui nome deriva dal verbo latino “stello” e significa “essere illuminato di stelle”, nascerà entro la fine del primo trimestre del 2021