Ultimo aggiornamento  30 novembre 2020 16:05

Volkswagen, polo per super elettriche premium.

Paolo Odinzov ·

Volkswagen utilizzerà lo stabilimento tedesco di Hannover per sferrare la sua offensiva elettrica nei segmenti premium del mercato. Dal sito del costruttore in Bassa Sassonia uscirà, probabilmente a partire dal 2024, la nuova ammiraglia elettrica di lusso Audi identificata per adesso con il nome Landjet.

La divisione Artemis dell'Audi

Volkswagen ha programmato di investire nei prossimi 5 anni circa 150 miliardi di euro, la metà di quali destinati alla trasformazione della produzione automobilistica con l'elettrificazione. La pianificazione dello sviluppo del progetto Landjet è stata affidata all’Audi che ha creato per l’occasione la divisione aziendale Artemis.

Una rivale per la Tesla Model S

La nuova ammiraglia di lusso si andrà a collocare nella gamma della Casa di Ingolstadt sopra la A8 e avrà come prima competitor la prossima generazione della Tesla Model S. Sfruttando le competenze di Artemis, Audi conta infatti di compensare il vantaggio della azienda di Elon Musk nella tecnologia delle batterie e nel software di gestione della vettura, andando oltre quanto fatto fino ad oggi da Volkswagen con i modelli ID. attualmente in vendita.

27 miliardi di euro nella digitalizzazione

La divisione Artemis e lo stabilimento di Hannover diventeranno una sorta di polo d’elite per l’intero Gruppo Volkswagen che servirà anche per lo sviluppo delle future auto a batteria di Porsche e Bentley, contando anche su investimento da 27 miliardi di euro per una vasta digitalizzazione dei nuovi prodotti.

"Nei prossimi anni sarà importante assumere una posizione di leadership anche nel software per veicoli", ha detto il ceo Herbert Diess, sottolineando che Volkswagen intende sviluppare autonomamente il 60% del software di cui avrà bisogno per rendere i suoi veicoli in grado di soddisfare ogni esigenza di mobilità.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Il gruppo tedesco ha incrementato gli investimenti in ricerca e sviluppo. Priorità a elettrificazione e sviluppo di software. 70 modelli a batteria entro il 2030