Ultimo aggiornamento  28 novembre 2020 12:58

Euro NCAP: 5 stelle per Mazda MX-30 e Honda Jazz.

Redazione ·

Seconda sessione di test con i protocolli più aggiornati per Euro NCAP, il consorzio internazionale di valutazione della sicurezza dei veicoli di cui, per il nostro Paese, è partner l’Automobile Club d’Italia.

In questa sessione sono state prese in esame due auto mai testate prima - Honda Jazz e Mazda MX-30 – che hanno entrambe guadagnato la massima valutazione di 5 stelle.

Jazz a pieni voti

L’Honda Jazz, con motorizzazione ibrida, ottiene buoni risultati in tutte le valutazioni. Bene la protezione passiva per gli occupanti, piccole criticità solo nell’impatto frontale, per la protezione debole del torace e moderata del femore del conducente. 

Ottima la dotazione di serie che - oltre all’airbag centrale (che impedisce l’impatto tra i passeggeri sui sedili anteriori in caso di urto laterale) e l’eCall di nuova generazione - presenta un’ampia gamma di sistemi Adas con l’esclusione solo del sistema di monitoraggio dello stato del conducente e del freno automatico di emergenza in retromarcia.

Elettrica al top

Cinque stelle anche per la 100% elettrica Mazda MX-30 che ottiene ottimi risultati nella protezione di tutti gli occupanti a bordo e massimo punteggio nei test contro barriera laterale. 

Buona la dotazione di serie dei sistemi di protezione attiva e passiva, tra cui il sistema di monitoraggio del grado di attenzione del conducente (Driver Attention Assist). Unico neo una protezione marginale delle utenze vulnerabili (pedoni e ciclisti).

Un nuovo presidente

Il 4 novembre scorso il Consiglio direttivo di Euro NCAP ha eletto alla presidenza il danese Niels Ebbe Jacobsen, ceo di Icrt (International Consumer Research & Testing), consorzio indipendente di consumatori con sede nel Regno Unito e presente in 30 nazioni, tra i soci fondatori di Euro NCAP. Niels succede al francese Pierre Castaing del French MoT, ministero francese per l’omologazione dei veicoli.

“La mobilità cambierà radicalmente nel prossimo decennio – ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia – grazie ai sistemi avanzati di sicurezza attiva e guida automatizzata. Se da una parte i veicoli saranno più sostenibili, dall’altra assisteremo al passaggio dalle auto di proprietà a quelle condivise e potremo contare su nuovi servizi per il cliente. Il neo presidente di Euro NCAP e i nuovi protocolli 2020 sono pronti e preparati ad affrontare queste nuove sfide, mettendo al primo posto la sicurezza delle persone che si muovono”.

Altre valutazioni

Anche in questa sessione di prove sono state valutate due nuove versioni di modelli già analizzati da Euro NCAP in passato. Per la Bmw Serie 2 Gran Coupé sono stati eseguiti dei test aggiuntivi rispetto alla gemella Serie 1: i tecnici hanno concluso che i risultati dei due modelli sono identici e assegnato anche alla Serie 2 le 5 stelle, sulla base del protocollo Euro NCAP 2019.

Stesso discorso per la Mercedes-Benz EQV, variante 100% elettrica del Van V-Class. Anche in questo caso, dopo ulteriori prove, la valutazione di cinque stelle della Mercedes V-Class è stata estesa all’EQV, ottenute, però, con protocollo Euro NCAP 2014.

Tag

ACI  · Angelo Sticchi Damiani  · Euro NCAP  · Honda Jazz  · Mazda MX-30  · 

Ti potrebbe interessare