Ultimo aggiornamento  09 dicembre 2021 08:39

Milano, dal 23 ottobre di nuovo sospesa Area B.

Marina Fanara ·

Dal 23 ottobre, l'Area B di Milano sarà nuovamente sospesa dopo appena una settimana dalla sua riattivazione (il 15 ottobre scorso). Un ripensamento quello del capoluogo lombardo motivato dai numeri di nuovo in preoccupante crescita dei contagi da coronavirus. Resta accesa, invece, Area C, la ztl all'interno della Cerchia dei Bastioni, in pieno centro storico.

Lo ha detto a chiare lettere l'assessore alla Mobilità  Marco Granelli, spiegando che: "In questo periodo dobbiamo continuare a monitorare l'andamento del virus e del traffico e di conseguenza attivare o sospendere i provvedimenti di mobilità".

Telecamere spente

Dal 23 ottobre, quindi, fino a data da destinarsi, le telecamere per il controllo degli accessi saranno di nuovo spente nella ztl che copre quasi tutta la superficie della città (l'87% del territorio comunale dove risiede il 92% dei cittadini).

Ricordiamo che nell'Area B, quando attiva, è vietato il transito ai veicoli più inquinanti: le auto diesel fino a Euro 4 (fino a Euro 3 per i commerciali) e le benzina fino a Euro 0 non possono circolare durante i giorni feriali, dalle ore 7,30 alle 19,30.

L'assessore sottolinea, inoltre, che per aiutare i cittadini a sostituire il vecchio veicolo con uno a basso o nullo impatto ambientale il Comune ha predisposto appositi incentivi, cumulabili con quelli previsti dallo stato, che per un'elettrica possono arrivare fino a 19.600 euro (10mila dal governo più 9.600 da parte dell'Amministrazione milanese). C'è da dire però che per quanto riguarda le nuove richieste di benefit da parte dei privati cittadini, al momento il contributo è sospeso fino a che verranno soddisfatte tutte le domande in lista d'attesa rimaste inevase per esaurimento dei fondi del precedente bando.

Contagi e traffico sotto controllo

Contributi a parte, Granelli spiega che la riapertura di Area B dimostra l'impegno di Milano nella lotta al virus e per agevolare gli spostamenti dei cittadini, alla ripresa delle scuole e delle attività, utilizzando l'auto di proprietà ovviando alle difficoltà dei mezzi pubblici soggetti all'obbligo di legge in materia di distanziamento sociale.

Detto questo però, obiettivo del Comune è anche quello di sconfiggere traffico e inquinamento. "Migliorare la qualità dell'aria", specifica l'assessore, "significa migliori condizioni di salute per tutti noi, oggi ancor più necessarie per sconfiggere il virus".

Tag

Area B  · Area C  · Comune di Milano  · coronavirus  · Marco Granelli  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Lo ha stabilito il Comune dopo il nuovo decreto anti Covid-19. Tra le misure in vigore dal 5 novembre anche una proroga dei pass disabili e dei permessi per le preferenziali