Ultimo aggiornamento  01 novembre 2020 00:24

La nuova Toyota Mirai su strada a dicembre.

Paolo Odinzov ·

La seconda generazione della Toyota Mirai a idrogeno debutta a dicembre. L’annuncio è stato dato dalla Casa giapponese con un teaser sul sito dove viene anche indetto un concorso per consentire alle prime 32 persone che ne faranno richiesta di provare in anteprima il nuovo modello.

Migliorano le prestazioni

Riguardo ai cambiamenti dal punto di vista tecnico della vettura, per adesso Toyota ancora non ha rilasciato informazioni, ad eccezione di un aumento della autonomia del 30%, fino a 653 chilometri con un pieno di idrogeno. Le prestazioni dovrebbero essere migliori rispetto al modello precedente grazie all'impiego sull'auto della nuova piattaforma del costruttore a trazione posteriore e una efficienza maggiore delle celle a combustibile.

Più elegante e tecnologica

Come anticipato dal concept presentato al Motor Show di Tokyo dello scorso anno, la nuova Mirai propone un design completamente diverso dalla precedente, segnato da tratti più morbidi sulla carrozzeria e simile per certi aspetti allo stile delle berline Lexus. All'interno una plancia completamente digitale e lo specchietto retrovisore sostituito da telecamere in alta definizione.

Arriverà anche in Italia

La nuova Mirai sarà disponibile inizialmente nel mercato giapponese, per poi arrivare in Europa, compresa l’Italia, nel corso del prossimo anno.

Anche nel Vecchio Continente le vetture fuel cell sono infatti destinate ad aumentare progressivamente sulle strade pur se in modo più lento rispetto ad altri paesi. Il rapporto presentato dall’Agenzia internazionale dell’energia in occasione del G20, ha indicato l'idrogeno come combustibile del futuro e la Commissione europea ha redatto di recente una strategia comunitaria per sostenerne l’impiego con un investimento totale di 430 miliardi di euro. Questo in modo da arrivare già nel 2024 alla produzione nel territorio di un milione di tonnellate di carburante da energie rinnovabili, destinate anche ad essere impiegate nella mobilità con la crescente diffusione di stazioni per il rifornimento presenti adesso in maggior numero in Germania. 

In Giappone 60mila veicoli a fuel cell nel 2023

In Giappone la previsione è di avere sulle strade nel quadriennio 2020-2023 tra i 37.500 e i 60.000 veicoli a fuel cell. Per raggiungere l’obiettivo il ministro dell'Industria Hiroshi Kajiyama ha annunciato nei giorni scorsi l’intenzione di creare una catena di approvvigionamento di idrogeno commerciale in grado di facilitare la riduzione delle emissioni di carbonio, importandone circa 300.000 tonnellate entro il 2030. Anche Toyota e altre 8 aziende hanno recentemente dichiarato che a dicembre creeranno una associazione nazionale mirata a promuovere alleanze globali per sostenere la diffusione del combustibile.

Tag

auto a idrogeno  · Toyota Mirai  · 

Ti potrebbe interessare