Ultimo aggiornamento  27 ottobre 2020 14:37

Audi, più elettriche in Cina con il partner Faw.

Luca Gaietta ·

Audi ha firmato un memorandum d'intesa con il gruppo statale cinese FAW per dare vita a una nuova joint venture con cui produrre veicoli elettrici da vendere nella Repubblica Popolare dove conta che le auto a batteria rappresenteranno entro i prossimi 5 anni un terzo delle sue vendite.

La piattaforma PPE sviluppata con Porsche

I modelli, basati sulla nuova architettura Premium Platform Electric (PPE) sviluppata in collaborazione con Porsche, saranno disponibili a partire dal 2024. E si uniranno a rafforzare la gamma locale del costruttore ad ulteriori auto elettriche realizzate assieme a SAIC Motor con la quale il gruppo Volkswagen ha in corso diversi accordi.

“La nuova joint venture è un'ulteriore pietra miliare nella nostra strategia di elettrificazione per il mercato cinese. Stiamo confermando il nostro impegno nel Paese sia nei confronti del nostro partner di lunga data FAW che nei confronti delle nostre attività, che ora stiamo portando a un nuovo livello”, ha detto Markus Duesmann, presidente del consiglio di amministrazione Audi.

Espandere la capacità produttiva

Al momento Audi e FAW producono congiuntamente la Q2L e-tron completamente elettrica e la A6L TFSl-e ibrida plug-in. Nei prossimi anni, il marchio conta anche di espandere in Cina la capacità produttiva che al momento è di circa 700mila vetture l’anno costruite nei siti FAW-Volkswagen a Changchun, Foshan, Tianjin e Qingdao.

Tag

Audi  · Faw  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La gamma della tedesca, che dal lancio nel 2016 ha venduto solo in Italia 38mila unità, è stata arricchita con una versione turbodiesel in vendita a 36.900 euro

· di Edoardo Nastri

Markus Duesmann, ceo del marchio premium, ha dichiarato che il rialzo degli ultimi mesi non basterà a colmare le perdite registrate tra marzo e maggio