Ultimo aggiornamento  28 novembre 2020 13:26

Daimler: "Più infrastrutture per le elettriche".

Redazione ·

“I legislatori europei dovrebbero incentivare il potenziamento dell'infrastruttura di ricarica delle auto elettriche con la stessa determinazione con cui cercano di ridurre le emissioni di anidride carbonica”, ha detto a Reuters Michael Brecht, presidente del consiglio aziendale generale di Daimler, a seguito della volontà dell’Unione Europea di voler inserire limiti ancora più stringenti in tema di riduzione delle emissioni (obiettivo 2030, -50% rispetto ai livelli del 2021). 

Secondo il gruppo tedesco, tale decisione porterebbe solo a un aumento dei posti di lavoro a rischio, poiché molti di questi dipendono fortemente dalla produzione di auto con motore a combustione. Infatti, da pochi giorni, il gruppo Daimler (a cui appartiene Mercedes-Benz) ha annunciato l’intenzione di riconvertire due storici stabilimenti tedeschi (Stoccarda e Berlino) per la produzione di auto con la spina. Ma questo processo non sarà a costo zero: nel sito di Untertürkheim - inaugurato nel 1904 - almeno 4mila dei 18.500 posti di lavoro verranno tagliati entro il 2025, come confermato anche da una mail inviata ai lavoratori che annuncia l’inizio dei colloqui con i sindacati.

"La domanda complessiva di auto a batteria potrebbe diminuire drasticamente se non fosse resa più attraente con l'aumento delle infrastrutture. Ci deve essere un piano generale per potenziarle, non bastano solo piccole iniziative", ha concluso Brecht.

Tag

Daimler  · emissioni  · Michael Brecht  · 

Ti potrebbe interessare