Ultimo aggiornamento  27 ottobre 2021 07:45

Songsan, gli ibridi venuti dal passato.

Valerio Antonini ·

Al Salone di Pechino 2020 (in corso fino al 5 ottobre), il costruttore artigianale Songsan ha presentato due prototipi che richiamano in maniera evidente vetture del passato, un'americana e un'europea, "rilette" in chiave moderna soprattutto grazie alla tecnologia ibrida.

Sportiva con la spina

La prima proposta si chiama SS Dolphin e nelle forme ricorda molto da vicino la prima generazione della Chevrolet Corvette C1 a quattro fari del 1958. Un richiamo talmente evidente che il sito ufficiale del costruttore riporta immagini di famosi divi di Hollywood - da Brad Pitt a Tom Cruise - a bordo della scoperta a stelle e strisce. 

La differenza con la Chevy originale (oltre a un vistoso sovradimensionamento) sta tutta sotto il cofano che da tradizione avrebbe dovuto ospitare un potente V8 benzina (presente per esempio sulla nuova Corvette C8 Stingray) ma invece nasconde un motore elettrificato. Questa riproduzione è infatti alimentata da un sistema ibrido plug-in associato a un propulsore turbo benzina da 1.5 litri e a una batteria da 16 chilowattora ricaricabile in pochi minuti.

Il prototipo - che a detta del costruttore scatta da 0 a 100 in 4,9 secondi - monta luci a Led di ultima generazione, ha il tetto rigido rimovibile come la Corvette C1 originale e interni in pelle. La cura maniacale dei dettagli e la presenza dell’unità elettrica a elevata capacità ne giustificano il prezzo alto: l’equivalente di oltre 85mila euro.  

Furgone d’altri tempi  

Songsan ha anche portato al Salone un furgone che si chiama Summer e richiama il celebre T1 - il “Bulli”- di Volkswagen. Anche in questo caso ci sono particolari che differenziano la proposta dall'originale, come la presenza di un vistoso frontale probabilmente aggiunto per fare spazio al medesimo sistema elettrificato della SS Dolphin. Nuovissimo anche il display per l'infotainment.

Del famoso furgone anni '50 di Wolfsburg, il Summer conserva gli ampi spazi interni con sedili modulari in pelle color crema disposti su tre file e la possibilità di aprire il tettuccio. Non se ne conosce, per ora, il prezzo.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

L’Auto show nella capitale cinese (26 settembre - 5 ottobre) tra incertezza sul futuro del mercato, nuove proposte premium e un forte interesse per lo sviluppo delle elettriche

· di Paolo Borgognone

Dal 26 settembre al 5 ottobre, unico Motor Show post pandemia. Mentre il mercato cinese a batteria tira e cerca nuovi investitori, sognando il successo di Tesla