Ultimo aggiornamento  26 luglio 2021 03:27

Hyundai, arriva un nuovo bolide elettrico.

Angelo Berchicci ·

Laboratori su ruote. E’ questo il compito che Hyundai affida sin dal 2012 ai suoi prototipi identificati dalla dicitura RM (Racing Midship), vetture sviluppate con gli standard di auto da corsa, e spinte da un motore montato in posizione centrale (con la trazione sulle ruote posteriori). L’ultima evoluzione della piattaforma RM, presentata al Salone di Pechino 2020, abbraccia l’alimentazione elettrica per dare vita alla RM20e, un bolide da 810 cavalli.  

Prestazioni da togliere il fiato

Ma a stupire ancora di più, e a mettere a dura prova la rigidità torsionale del pianale, sono i 960 newtonmetri di coppia disponibili sin da subito, che promettono accelerazioni brucianti: il costruttore prevede meno di 3 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari, e uno 0-200 chilometri orari sotto i 10 secondi.

I legami con il Motorsport

Di fatto un (velocissimo) banco di prova per sviluppare tecnologie che verranno applicate tanto ai futuri powertrain elettrificati della Casa (saranno 44 i modelli "green" lanciati entro il 2025), quanto sulle vetture da gara a marchio N (il reparto sportivo di Hyundai).

I prototipi RM, infatti, hanno da sempre stretti collegamenti con le auto da corsa del costruttore, come la Veloster N eTCR, creata per prendere parte al nascituro campionato turismo dedicato alle vetture elettriche, e basata sulla RM19 vista all’Auto Show di Los Angeles 2019.

A sua volta, la nuova concept RM20e attinge a piene mani da quella che è l’esperienza della Casa coreana nel motorsport, dove Hyundai è presente con la i30 N TCR (Touring Car Racing) e con la Veloster N TCR nei campionati turismo internazionali, e nei rally con le i20 WRC (World Rally Car) e R5.

Futuro elettrificato per il marchio N

“La RM20e mette chiaramente in evidenza le aspirazioni della divisione N nel campo dell’elettrificazione”, ha dichiarato Thomas Schemera, vice-presidente esecutivo del gruppo sudcoreano. “In futuro il brand Hyundai N soddisferà gli appassionati non solo tramite propulsori a combustione interna sempre più potenti, ma anche grazie alla coppia istantanea e all’affidabilità dei motori elettrici. La RM20e dimostra che il divertimento di guida non verrà compromesso nelle prossime N a batteria”.

Prove severe

Il reparto sportivo di Hyundai nasce nel 2016 per mettere a punto le vetture da corsa e le stradali ad alte prestazioni della Casa. La sigla N richiama due luoghi chiave per il costruttore: Namyang, in Sud Corea, sede del centro ricerca e sviluppo Hyundai sin dal 1995, e il circuito del Nurburgring, dove sorge il centro prove europeo del brand.

Il tracciato tedesco, ritenuto uno dei più impegnativi al mondo, viene utilizzato da tutti i modelli a marchio N per i test di durata, in cui i veicoli percorrono tra i 420 e i 480 giri di pista (per un totale minimo di 160mila chilometri) in meno di quattro settimane. 

Tag

Hyundai  · Hyundai N  · Hyundai RM20e  · Hyundai Veloster  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

L'allestimento sportivo della Casa coreana debutta sulla citycar abbinato a un motore a benzina 1.0 3 cilindri da 100 cavalli. Agile, sicura, tecnologica e listino da 17.400 euro

· di Redazione

La Casa di Seoul lancia la versione pepata della compatta cittadina: disponibile il benzina 3 cilindri 1.0 da 100 e 120 cavalli anche con il mild hybrid

· di Redazione

Look rinnovato e stile più aggressivo, cerchi da 19 pollici. Disponibile anche un cambio automatico a doppia frizione a otto rapporti (N Dct) e modalità di guida N Performance

· di Paolo Odinzov

La quarta generazione del suv medio coreano vanta la maggiore offerta nel mercato di motorizzazioni elettrificate, mild, full e plug-in hybrid. In vendita a inizio 2021