Ultimo aggiornamento  01 novembre 2020 00:24

Le regine di Milano AutoClassica.

Edoardo Nastri ·

MILANO - E’ partita la decima edizione di Milano AutoClassica, l’evento dedicato alle auto d’epoca che si svolge nel capoluogo lombardo da venerdì 25 a domenica 27 settembre. Tante le vetture storiche esposte, tra queste tre brillano più delle altre. Appartenenti alla categoria “sport”, avendo partecipato negli anni 50 alla Mille Miglia di velocità, le tre regine di Milano AutoClassica 2020 sono la Maserati 250 S/F, la Ermini 357S  e la Osca MT4, auto rarissime e perfettamente restaurate.

Osca MT4 del 1952

La Osca MT4 esposta a Milano AutoClassica è identificabile dal telaio numero #1117. La vettura è equipaggiata con un motore 1.100 di cilindrata con un motore bialbero da 92 cavalli. Questo esemplare ha partecipato a due edizioni della Mille Miglia nella categoria “Sport 1100”: alla guida sia nel 1954 sia nel 1955 c’era Madero, nome d’arte del pilota gentleman driver Bruno Gavazzoli.

Maserati 250S/F del 1954

La Maserati 250S/F del 1954 (telaio #2501) è la sola vettura del costruttore modenese equipaggiata con un motore a sei cilindri Formula derivato direttamente dalle vetture impegnate nel campionato di Formula 1. L’esemplare in mostra a Milano AutoClassica ha partecipato alla Mille Miglia del 1954 guidata dall’equipaggio Mantovani/Palazzi.

Ermini 357S del 1955

La Ermini 357S è l’unico esemplare del costruttore Ermini (fondato da Pasquale Ermini, uno dei più importanti personaggi del motorismo degli anni 40 e 50) prodotto con cilindrata 1.500 per avere maggior prestazioni. La vettura esposta a Milano AutoClassica (telaio numero #1855) è stata carrozzata da Scaglietti, al tempo in forza alla Ferrari. La Ermini 357S ha partecipato alla Mille Miglia del 1955, alla guida c’era Libero Bindi. 

Tag

Ti potrebbe interessare