Ultimo aggiornamento  30 ottobre 2020 03:35

Le Mans 2020, al via la gara senza pubblico.

Linda Capecci ·

L'edizione 2020 della 24 Ore di Le Mans prende il via sabato 19 settembre. In giugno era stata rinviata per l'emergenza sanitaria: per la seconda volta nella sua storia, come accadde nel 1968, si svolgerà nel mese di settembre. Ma questa volta senza pubblico, per rispettare le regole del distanziamento sociale, in tempi in cui il coronavirus fa ancora paura.

Edizione inedita

Nel rispetto del protocollo anti-Covid la gara si disputa infatti a porte chiuse: non era mai accaduto. Dopo le prove libere e le qualifiche di giovedì 17 e la Hyperpole del venerdì, la corsa sul circuito della Sarthe - lungo 13,626 chilometri - ha inizio sabato alle 14.30. Alle 13.05 scenderà in pista a bordo di una Peugeot 908 il presidente di Psa Carlos Tavares, starter di questa edizione.

Sessanta le squadre iscritte, ma ne parteciperanno 59 dopo il forfait di Ginetta (LMP1). Come sempre i partecipanti sono divisi nelle quattro diverse categorie: Le Mans Prototype 1 (LMP1) e Prototype 2 (LMP2), Gran Turismo Pro (GTE Pro) e Gran Turismo Amatori (GTE Am).

Iscritti 18 piloti italiani, tra cui l'ex Formula 1 Giancarlo Fisichella e il vincitore della gara di Le Mans nel 2019 Alessandro Pier Guidi, entrambi su Ferrari GT488 Evo

Le Mans al cinema

In realtà, l'anno scorso Le Mans - una delle gare più spettacolari e cinematografiche del motorsport - si svolse di settembre ma solo al cinema: il film "Le Mans '66-La Grande Sfida" con Matt Damon e Christian Bale uscì nelle sale in quel mese raccontando l'appassionante duello tra Ford e Ferrari sul circuito della Loira nell'edizione di metà anni '60. Il film ha vinto due Oscar. 

Per restare al cinema, va ricordato Steve McQueen nei panni del pilota Michael Delaney in "Le 24 Ore di Le Mans" del 1971. Il film raccontava i retroscena della storica competizione, tra fatiche e difficoltà, anche finanziarie. Alcune sequenze sono state girate durante la gara del 1970, utilizzando diverse vetture che presero parte alla corsa, noleggiate dalla casa di produzione dopo la bandiera a scacchi. Una esperienza raccontata poi nel film documentario del 2015 "Steve McQueen - una vita spericolata".

Tra gli omaggi francesi alla corsa di casa ricordiamo "Adrenalina blu- La leggenda di Michel Vaillant" (2003) sceneggiato da Luc Besson, con riprese dal vivo nel corso della gara del 2002. Per realizzarle vennero appositamente iscritte alla competizione due vetture "protagoniste" del film.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il marchio inglese presenta 5 modelli esclusivi, repliche delle auto che dominarono la 24 Ore di Le Mans del 1995. Fatte su misura per clienti top con prezzo top secret