Ultimo aggiornamento  25 novembre 2020 01:28

Gorlier (Fca): "Per l'auto serve piano comune pubblico-privato".

Redazione ·

"Serve un piano comune, frutto di un lavoro congiunto tra pubblico e privato" per affrontare le sfide del settore auto, usando anche le opportunità offerte dal Recovery Fund. Lo ha detto Pietro Gorlier, responsabile delle attività europee di Fiat Chrysler, intervenendo al Vtm (Vehicle and Transportation Technology Innovation Meetings) - A New Scenario as a Driving Force.

"Bisogna sostenere gli investimenti - ha spiegato Gorlier - e con la pandemia ora ci sono le risorse che possono essere dedicate a progetti", come quello per dotare l'Italia delle 170mila colonnine di ricarica necessarie per supportare nei prossimi anni alla diffusione delle vetture elettriche e ibride.

"Il settore auto stava già affrontando molte sfide, ma la pandemia ha accelerato il cambiamento. Se non affrontiamo queste sfide con un piano unico sarà un problema, non solo per noi produttori e per i fornitori ma per la società tutta. Il costo medio di una vettura elettrica è di 11mila euro superiore a quello di un veicolo con motore a combustione e anche se questo numero si ridurrà nei prossimi anni, non arriverà mai al livello di prezzo dei veicoli con motori a combustione", ha concluso Gorlier.

Tag

Auto elettriche  · FCA  · Pietro Gorlier  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Alla presentazione del progetto "Vehicle to Grid" il responsabile Emea si appella alla politica perché regoli la materia “con un quadro stabile e premiante”. Patuanelli: "il...