Ultimo aggiornamento  28 settembre 2021 04:07

Mondiale: Rally Sardegna dall'8 all'11 ottobre.

Redazione ·

Motori accesi per la prova italiana del Wrc, Campionato del Mondo Rally, in programma in Sardegna nel week end tra l’8 e l’11 ottobre prossimi e presentata oggi in una conferenza stampa a Cagliari alla quale ha partecipato il presidente ACI Angelo Sticchi Damiani insieme con il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas. 

Dopo le incertezze dovute alla pandemia da Covid-19 FIA, ACI e Regione Sardegna hanno finalmente potuto festeggiare la conferma della tappa nel nostro Paese – anche in una stagione iridata particolarmente complicata - della massima competizione rallystica internazionale. "Sarebbe stato più semplice - ha detto Sticchi Damiani - rinviare tutto al 2021 ma abbiamo accettato la sfida e anzi, se non l'avessimo fatto, sarebbe stato in pericolo l'intero mondiale".

L’evento avrà come base Alghero. Il percorso è stato accorciato rispetto a quello delle edizioni precedenti e dell’originario progetto che era stato illustrato lo scorso febbraio, per un accordo tra tutti gli organizzatori e la FIA. Differenti anche gli orari di gara – visto che la competizione si svolgerà in autunno – con lo start anticipato la mattina e la conclusione delle attività nel tardo pomeriggio

Prove confermate

Le prove speciali restano comunque più o meno le stesse, con la novità di Tempio, e poi Tula, Castelsardo, Monte Lerno e Coiluna confermate. Rivedremo anche la Osilo-Tergu, invertita rispetto al suo format abituale. Confermate inoltre sia la power stage dell’Argentiera che Cala Flumini e Monte Baranta, mentre lo shakedown si disputerà a Olmedo il giovedì nel primo pomeriggio.

La prima tappa in programma al venerdì sarà composta da circa 100 chilometri cronometrati, la seconda tappa al sabato ne prevede all’incirca altri 100. La tappa finale della domenica sarà di 60 chilometri cronometrati, per un totale complessivo di 260, con parco assistenza a metà e fine giornata in programma al porto turistico di Alghero.

Unica assente rispetto al tradizionale percorso, Olbia: impossibile infatti disputare la super speciale la sera del giovedì al buio, mentre la gara, grazie al format più compatto, permetterà al pubblico di vedere un numero buono di prove speciali, tre o quattro al giorno. Si spera infatti di non dover correre a porte chiuse.

"Il rally più bello del mondo"

"La Sardegna - ha concluso Sticchi Damiani - offre delle immagini che sono uniche nel panorama internazionale delle gare. Abbiamo creduto in questo territorio e investito risorse importantissime perché siamo da sempre convinti che questo sia il rally più bello del mondo".

Tag

ACI  · Angelo Sticchi Damiani  · FIA  · Rally Italia Sardegna  · Wrc  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Nuova tappa del Mondiale: 64 equipaggi al via, 16 prove speciali, partenza e arrivo ad Alghero. Pubblico non ammesso, diretta streaming dell’evento

· di Marco Perugini

Prima vittoria stagionale del francese su Toyota, davanti a Tanak e Suninen. Corsa accorciata per il coronavirus. "Non avremmo dovuto correre"

· di Marco Perugini

La costanza dello spagnolo viene premiata dalla sfortuna di Tanak, che vede sfumare vittoria e primato negli ultimi chilometri della powerstage finale

· di Redazione

ACI trova l’accordo con Wrc Promoter Gmbh per svolgere altri tre anni il Mondiale Rally in Sardegna. Intesa fondamentale in un momento di rivisitazione del calendario iridato