Ultimo aggiornamento  30 ottobre 2020 03:37

Cina, un robotaxi per gli Asian Games.

Paolo Borgognone ·

Una flotta di centinaia di robotaxi in strada durante la 19esima edizione degli Asian Games in programma dal 10 al 25 settembre 2022 ad Hangzhou, nella provincia cinese dello Zhejiang. Per raggiungere questo obiettivo il gruppo automobilistico Geely – proprietario tra gli altri del marchio Volvo - ha iniziato una serie di test su strada nella città, la stessa in cui ha una delle sue sedi principali, che ospiterà l’appuntamento sportivo.

La sperimentazione è affidata alla società Cao Cao – sussidiaria di Geely – che si occupa di ride hailing e di sviluppo della mobilità autonoma e che sta lavorando insieme a Deeproute.ai, un‘altra start up cinese impegnata nella messa a punto della tecnologia driverless di livello 4, nella quale il conducente prende i comandi solo in caso di imminente pericolo. Secondo le due aziende i robotaxi di prova saranno una decina entro la fine dell’anno in corso e la previsione è quella di passare alla fase successiva – offrendo un servizio aperto al pubblico in un’area delimitata – già entro la fine del 2021, così da essere pronti per l’evento sportivo che vedrà gli atleti di 45 nazioni impegnati in 37 discipline.

Città in movimento

Quello annunciato da Geely è soltanto l’ultimo progetto in ordine di tempo lanciato in Cina e dedicato a sperimentazioni su strada della guida autonoma. Il colosso Didi Chuxing ha annunciato in giugno di aver iniziato le prove dei suoi robotaxi a Shanghai.

Baidu, invece, sta lavorando al programma “Apollo Go” che fornisce passaggi, per ora gratuiti, alla popolazione di alcune aree della città di Changzou nella provincia di Hebei.

Tag

Cina  · Geely  · Robotaxi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Dopo la pandemia il servizio autonomo riprende a Phoenix (Arizona) e si allarga a chiunque scarichi la app. Coperta un’area di 130 chilometri quadrati

· di Paolo Borgognone

A Pechino il "Google cinese" presenta il livello 4 di guida autonoma per il suo progetto Apollo. Intanto in Corea del sud al debutto

le polizze per mezzi automatizzati

· di Redazione

La società cinese prevede di coprire il servizio al pubblico nelle zone più rurali con un flotta di driverless entro il decennio. Dal 2025 in produzione le autonome di Baic

· di Angelo Berchicci

La Casa cinese ha svelato il suo nuovo modello a ruote alte. Linea che segna una rottura con il passato e versioni elettrificate per la crossover che potrebbe arrivare in Europa