Ultimo aggiornamento  27 novembre 2021 09:23

14° Rally di Alba, vince Hyundai.

Redazione ·

Il rally Alba, giunto alla edizione numero 14, ha visto in gara alcuni dei migliori driver del panorama internazionale, qui per scaldare i motori in vista degli appuntamenti iridati: davanti ai vari Tanak, Neuville, Sordo, anche i piloti italiani non hanno sfigurato.

Tra le differenti competizioni del week end la corsa parallela chiamata #RA Plus è stata tra le più interessanti, vedendo al via le vetture più evolute del mondiale marcate Hyundai con al volante il campione del mondo Ott Tanak e gli altri due piloti ufficiali del marchio coreano nel Mondiale Rally Dani Sordo e Thierry Neuville su I20 wRC Plus che si è imposto sull’iridato per 22,4 secondi.

“Mostri sacri” a parte sul podio finale del rally organizzato dalla Cinzano Rally Team sono saliti, l’irlandese Craig Breen, insieme a Paul Nagle davanti a  Jari Huttunen, navigato da Mikko Lukka e Dani Sordo con Carlos Del Barrio. Tutti su Hyundai i20 R5. Huttunen ha ottenuto anche il massimo dei punti nella gara valida per la Coppa Rally di Zona, nel secondo round per la 1^Zona dopo il Rally Lana.

L’italiano al via

Per quanto riguarda l’apertura del Campionato Italiano Wrc, Luca Rossetti, al debutto nella gara piemontese insieme a Manuel Fenoli, è stato a lungo in lotta per il podio, mentre Corrado Fontana con Nicola Arena ha preso il passo giusto solo dopo metà gara, quando gli altri erano ormai lontani. I due hanno così confermato le loro ambizioni nella serie tricolore. Rossetti ha chiuso quarto assoluto e primo degli italiani con la Hyundai i20 R5; Fontana, sulla Hyundai New i20 WRC, sesto assoluto. Tra i due s’inserisce la Volkswagen Polo R5 dell’equipaggio transalpino Anthony Fotia e Michel Didier, autori di un’ottima prestazione.

Nel numeroso parterre di R5, gara da incorniciare per Elwis Chentre, di nuovo in coppia con Fulvio Florean su Skoda Fabia, che oltre a chiudere la top ten assoluta ad Alba, conclude una gara importante in ottica punti per la Zona 1 Coppa Rally di Zona. Dopo la gara del Lana e questa di Alba al comando della classifica della 1^ Zona della CRZ si mantiene Corrado Pinzano, poco fortunato qui sulle strade delle Langhe, ma con buoni segnali e ulteriore preparazione in vista del resto della stagione, che porterà avanti su due fronti, CIWRC e CRZ, sulla VW Polo R5. 

Gli altri protagonisti

Porta a termine un rally senza sbavature in classe S2000 Stefano Callegaro, affiancato da Arianna Faustini, su Peugeot 207 che mantiene le redini della classifica dopo il ritiro del rivale Armando De Filippi, su stessa vettura, durante la prima speciale.Tra le S1600 si impone Roberto Vescovi con  Giancarla Guzzi a bordo della Renault Clio.

Nella classe R3 successo per Michel Della Maddalena che insieme a Federica Mauri su Renault Clio guadagna la prima soddisfazione nella battaglia di classe per il CIwrc e si porta a casa punti importanti anche per la stessa classifica della CRZ. Per quanto riguarda la lotta nella classe R2 del Campionato a prendersi la vetta è il francese Mathieu Franceschi affiancato da Benoit Manzo con la Peugeot 208 aggiudicandosi il miglior crono in tutte le prove.

Nella gara inaugurale per la 13esima edizione della Suzuki Rally Cup è Ivan Cominelli con Igor Fieni ad avere la meglio. Alle sue spalle del driver svizzero terminano nell’ordine Giorgio Fichera, Simone Rivia, Nicola Schileo.

Tag

CIwrc  · Hyundai  · Rally Alba  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il 25 e il 26 luglio motori accesi per il primo appuntamento della massima serie tricolore e il Fia Erc. 132 vetture in gara, di cui 3 Wrc del mondiale e 42 iscritte al Cir