Ultimo aggiornamento  08 agosto 2020 20:17

Lamborghini Essenza SCV12, toro da pista.

Angelo Berchicci ·

830 cavalli per quello che è il più potente V12 aspirato mai sviluppato da Lamborghini. Basterebbe questo dato a raccontare la Essenza SCV12, la vettura progettata dalla Squadra Corse Lamborghini per prendere parte a un apposito programma di corse clienti. 40 saranno gli esemplari prodotti, destinati ad altrettanti fortunati proprietari che potranno testare le prestazioni di questa hypercar da corsa solo in pista (non è omologata per l’utilizzo stradale).

La massima espressione del V12

A spingere la vettura troviamo il classico V12 6.5 aspirato portato a 830 cavalli, anche grazie all’utilizzo della sovralimentazione dinamica alle alte velocità (non vi è un turbocompressore ma la particolare forma dei collettori d'aspirazione permette di sfruttare al meglio l'inerzia dell’aria in ingresso).

Inoltre i terminali di scarico, progettati in collaborazione con Capristo, diminuiscono la contropressione, migliorando le prestazioni ed enfatizzando il sound del motore. La potenza è gestita da un inedito cambio portante 6 rapporti X-trac, posto trasversalmente sul retrotreno e abbinato alla trazione posteriore.

Soluzioni mutuate dal motorsport

Il rapporto peso/potenza si attesta a soli 1,66 chili/cavallo, grazie al nuovo telaio monoscocca in fibra di carbonio, che può fare a meno del rollcage in acciaio: Essenza SCV12 è la prima GT progettata per rispettare gli standard di sicurezza del regolamento FIA destinato ai prototipi. Lo schema sospensivo conta su soluzioni strettamente derivate dal mondo delle competizioni, come le sospensioni posteriori push-rod installate direttamente sul cambio.

Completa il pacchetto un’aerodinamica apposita, che assicura un livello di efficienza e deportanza superiore a quello di una vettura GT3, con un valore di 1.200 chili a 250 chilometri orari, e una carrozzeria formata da soli tre elementi per consentire una rapida sostituzione in caso di necessità durante i pit-stop. L’aria delle corse si respira anche all’interno, dove spicca il volante multifunzione con display integrato, disegnato ispirandosi ai volanti delle monoposto di F1, e il sedile OMP omologato FIA con guscio in carbonio.

Un club esclusivo

I clienti del programma Essenza SCV12 entreranno a far parte di un esclusivo club, che darà accesso a eventi in cui pilotare la propria hypercar nei più prestigiosi circuiti del mondo. Il programma comprende il servizio di parcheggio in un hangar appositamente realizzato a Sant’Agata Bolognese e il trasporto della vettura presso la pista scelta per l’evento (la formula sarà quella del cosiddetto “arrive and drive”, con tutte le mansioni logistiche e tecniche affidate al personale Lamborghini).

Una volta in circuito i clienti-piloti riceveranno consigli di guida e assistenza per la messa a punto dallo staff tecnico della Squadra Corse con il supporto di Emanuele Pirro, cinque volte vincitore della 24 Ore di Le Mans e tutor d’eccezione. Il calendario in pista inizierà nel 2021 su circuiti con omologazione FIA di Grado 1.

Un'impresa ingegneristica

“Essenza SCV12 rappresenta la più pura esperienza di guida in pista che Lamborghini possa offrire, un’impresa ingegneristica che sottolinea il legame indissolubile tra il nostro marchio e l’asfalto della pista”, dice Stefano Domenicali, ex team principal della Scuderia Ferrari e attuale ceo di Automobili Lamborghini.

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

Dopo l'emergenza Covid-19, il Mudetec di Sant'Agata Bolognese e suoi spazi espositivi sono visitabili soltanto con prenotazione

· di Paolo Odinzov

Omologata per il solo uso in pista, è la vettura più potente mai prodotta fino ad oggi dalla Casa di Sant'Agata Bolognese, spinta da un V12 capace di scaricare a terra 830 cavalli