Ultimo aggiornamento  26 settembre 2020 04:22

Ces, l'edizione 2021 sarà digitale.

Paolo Odinzov ·

C’era da aspettarselo, anche il CES (Consumer Electronic Show) di Las Vegas, la più importante fiera dedicata all’elettronica di consumo. con ampi spazi rivolti anche al settore automotive, si svolgerà a porte chiuse sotto forma di evento completamente digitale online dal 6 al 9 gennaio 2021.

"Viste le crescenti preoccupazioni per la salute globale conseguenti alla diffusione di Covid-19, non è possibile convocare in sicurezza decine di migliaia di persone a Las Vegas all'inizio del prossimo anno. La tecnologia che ci ha aiutato a lavorare, imparare e connetterci durante la pandemia e ci aiuterà anche a reimmaginare il CES e a riunire la comunità tecnologica in modo significativo.”, ha detto Gary Shapiro, presidente e ceo della Consumer Technology Association che organizza la manifestazione.

Entrare in contatto con marchi e startup di tutto il mondo

L’edizione digitale del CES consentirà ai partecipanti una esperienza interattiva, permettendo ovunque ci si trovi di scoprire e vedere le ultime novità tecnologiche in totale sicurezza e comfort. Sarà possibile dialogare con i tecnici e i rappresentanti delle varie aziende, assistere ai lanci di prodotti ed entrare in contatto diretto con marchi e startup di tutto il mondo.

Nel 2022 porte aperte al pubblico

“Da oltre 50 anni il CES è considerato come un palcoscenico globale per l'innovazione e oggi più che mai può essere il punto di partenza anche per rispondere con le soluzioni più appropriate ad un periodo difficile come quello che sta vivendo il mondo intero” ha ribadito Shapiro.

Intenzione degli organizzatori è comunque quella di tornare nel 2022 ad accogliere i visitatori all’interno del Las Vegas Convention Center per una edizione che combini i migliori elementi di uno spettacolo fisico e digitale.

Tag

CES 2021  · Las Vegas  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Cancellata l'edizione dopo aver annullato quella 2020 per il virus, il Motorshow forse più importante del mondo rischia di non riaprire. Per Covid-19 e fuga dei costruttori

· di Emiliano Marziali

La Fondazione organizzatrice della rassegna svizzera annuncia la rinuncia al prestito di quasi 17 milioni di franchi del Cantone. Dopo l'edizione 2020, in dubbio anche quella del...