Ultimo aggiornamento  28 ottobre 2021 07:47

L'avventura a motore di Harrison Ford.

Elisa Malomo ·

Il 13 luglio Harrison Ford compie 78 anni. In attesa di nuove avventure cinematografiche, come il quinto capitolo della saga di Indiana Jones in uscita nel 2022, l'attore continua la vita di sempre fra set, red carpet e a bordo di automobili da sogno, come quella con cui ha debuttato sul grande schermo da protagonista nel film “American Graffiti” (1973) di George Lucas.

Nei panni del giovane Curt Henderson è al volante di una Chevy nera del '66 quando perde la testa per una bellissima ragazza bionda in una Ford Thunderbird bianca del '56 che inseguirà fra gare clandestine di auto e la spensieratezza di un’adolescenza che inizia a tramontare. Il tutto in un'atmosfera resa ancor più elettrizzante dal rock'n'roll anni '60.

Dopo l'esordio, la carriera dell'attore nativo di Chicago è un susseguirsi di successi cinematografici che gli varranno diversi premi prestigiosi fra cui un Golden Globe alla carriera nel 2002. Sono oltre 60 i ruoli interpretati da Ford in film del calibro di “Guerre Stellari”(1977) di George Lucas, “Apocalipse Now” (1979) di Francis Ford Coppola e “Blade Runner” (1982) di Ridley Scott. Ed è proprio con i primi guadagni stellari che inizia a coltivare la sua passione per gli aeroplani e a togliersi qualche costoso sfizio a quattro ruote.

Le due inglesi d'epoca

Nella collezione di automobili dell'attore statunitense ci sono due vetture britanniche dello scorso secolo. La prima è una Austin Healey Racing 3000 verde del 1966, sportiva prodotta dal 1959 al 1967 conosciuta anche come "Big Healey" e con una lunga storia nelle competizioni rallystiche. L'altra una Jaguar XK140 del 1954 valutata 150 mila dollari, la prima del costruttore a essere dotata del cambio automatico.

Accanto a queste anche vetture più recenti come la Mercedes R-129 dell'89 e la berlina elettrica Tesla Model S, posseduta oramai da molti divi di Hollywood.

Dalla giungla al cielo

L'Harrison Ford attore, invece, nel corso delle sue interpretazioni, si è trovato alla guida dei più disparati veicoli a due e quattro ruote. Dalla sidecar Bmw Dnepr MT-11 del 1988 al fianco di Sean Connery in una delle rocambolesche avventure della saga di Indiana Jones al Yellow Cab nel film “Hollywood Omicide” (2003), passando per lo “Spinner” in "Blade Runner", un'auto volante utilizzata dalla polizia per pattugliare la città.

Tag

Harrison Ford  · Hollywood  · Indiana Jones  · Jaguar  · Mercedes Benz  · Tesla Model S  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Garage Italia, l’atelier di Lapo Elkann, ripensa la citycar 4X4 del costruttore torinese in una versione elettrica dedicata alla saga cinematografica degli anni 80