Ultimo aggiornamento  12 maggio 2021 07:35

Il governo: “Il ponte di Genova gestito da Autostrade”

Redazione ·

Sarà la società Autostrade (Aspi) a gestire il nuovo ponte di Genova, ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli a Radio24, che ha inviato una lettera al sindaco della città Bucci in cui c'è scritto che “la procedura di collaudo, la consegna e la gestione post inaugurazione che va al concessionario in questa fase è Aspi. Ma c'è ancora l'ipotesi di revoca". "Questa cosa - ha aggiunto la ministra – è soggetta a un'ultima fase, dopo questo faticosissimo percorso sulla vicenda della revoca e degli inadempimenti delle manutenzioni. Comunque un concessionario ci sarà sempre, sicuramente nell'immediato futuro".

Sulle autostrade in Liguria, in queste settimane intasate di traffico per la manutenzione straordinaria decisa dal governo, per De Micheli "i controlli andavano fatti dieci anni fa. Abbiamo avuto un rapporto tra controllore, lo Stato e i concessionari che per molti anni non è stato all'altezza".

Nel frattempo sul nuovo ponte di Genova sono iniziate le operazioni di stesura del primo strato di asfalto.  Una sorta di “tappeto” di circa 7 centimetri, chiamato binder, viene steso con un rullo sul materiale già applicato nei giorni scorsi (primer e cappa asfaltica). Una volta completata la posa, che avviene dal centro del ponte verso le estremità del viadotto, la strada sarà completata con lo strato di usura, un'ulteriore parte in asfalto dello spessore di 4 centimetri. L’inaugurazione è prevista entro la fine del mese di luglio.

Tag

Aspi  · Governo  · Ponte di Genova  · 

Ti potrebbe interessare