Ultimo aggiornamento  27 ottobre 2021 09:07

Hyundai i10 N Line, piccola sportiva.

Edoardo Nastri ·

Chi ha detto che per divertirsi alla guida c’è bisogno di motori potentissimi, con moltissimi cavalli e costi di gestione a dir poco impegnativi? Hyundai lancia la i10 N Line, versione pepata della citycar coreana che viene prodotta nel Vecchio continente, precisamente in Turchia nello stabilimento di Smirne.

Se la i10 normale può far desiderare qualche cavallo in più, specialmente nei percorsi extra urbani (qui la nostra prova su strada), la N Line dovrebbe assicurare buone prestazioni a costi contenuti. La piccola sportiva è mossa dal 1.0 tre cilindri turbo T-GDi del gruppo Hyundai-Kia con cambio manuale a cinque marce, nella versione da 100 cavalli di potenza, in grado di erogare 172 newtonmetri di coppia, pronti sotto il piede destro per scattare al semaforo.

Led graffianti e cuciture a contrasto 

La i10 N Line cambia non solo sotto al cofano. La citycar è rimasta a cinque porte e compattissima (3,67 metri di lunghezza, 1,68 di larghezza e 1,48 di altezza) ma possiede alcuni elementi stilistici che la fanno apparire più sportiva. La calandra, ad esempio, è stata ridisegnata e al suo interno ha elementi triangolari rossi, mentre i Led circolari con disegno a nido d’ape hanno lasciato il posto a tre graffianti segmenti di luce paralleli posizionati all’estremità della griglia. Completano il pacchetto nuovi cerchi in lega da 16 pollici e, per gli interni, rivestimenti scuri con cuciture a contrasto, pedaliera in metallo e bocchette d’areazione sempre rosse.

“Con la i10 N Line abbiamo voluto sottolineare come questo allestimento non abbia a che fare solo con il suo nuovo look, ma anche con una migliore dinamicità. Aggiungendo cromosomi sportivi a quella che è una citycar già molto sicura e affidabile, abbiamo voluto rendere il suo fascino apprezzabile da una platea ancor più ampia di clienti”, dice Andreas-Christoph Hofmann responsabile prodotto di Hyundai in Europa.

Tanta tecnologia a bordo 

Gli equipaggiamenti tecnologici sono gli stessi offerti in quantità sulla versione tradizionale: sistema multimediale con Android Auto ed Apple Car Play, schermo da 8 pollici posizionato in alto al centro della plancia, BlueLink grazie al quale è possibile gestire alcune funzioni della vettura dallo smartphone. Non mancano i sistemi di assistenza alla guida, dal rilevatore di stanchezza del guidatore, al mantenimento attivo della corsia fino alla frenata di emergenza che riconosce anche i pedoni.

La Hyundai i10 N Line sarà disponibile nel Vecchio continente a partire dall’estate con prezzi ancora in fase di definizione. La citycar nelle sue varie versioni è un chiaro segno della volontà del costruttore coreano di non abbandono del segmento A, al contrario di quanto stanno facendo altri costruttori come Ford, Toyota e Psa. Il gruppo francese, tuttavia, potrebbe rimanere nel mercato ereditando, dopo la fusione con Fiat Chrysler, i modelli di successo Fiat 500 e Panda. 

Tag

Auto sportive  · Citycar  · hyundai i10  · Hyundai i10 N Line  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

La terza generazione della piccola coreana vuole colmare le lacune di un segmento che si spopola, puntando su tecnologia e sicurezza. Prezzi da 12.900 euro

· di Giovanni Barbero

La piccola coreana debutta al Salone di Francoforte (10-22 settembre). Mentre Psa, Opel e Ford abbandonano il segmento. Resta forte Fiat con Panda e 500

· di Edoardo Nastri

Ford non venderà più la Ka+. A rischio la joint venture Psa-Toyota per C1, 108 e Aygo. Troppi i costi per rendere il segmento A meno inquinante. A meno di un futuro elettrico