Ultimo aggiornamento  09 luglio 2020 14:33

Mini Challenge 2020: al via la nuova stagione.

Elisa Malomo ·

Le Mini Cooper tornano su pista in occasione della nona edizione del Mini Challenge, il campionato monomarca dedicato alle vetture inglesi. Dopo la fine delle restrizioni per l'emergenza Covid-19, i motori tornano a scaldarsi in vista della stagione 2020. Fra le novità il debutto della Mini Challenge Academy, rivolta ai giovani piloti che intendono affacciarsi al mondo del motorsport, e la nuova Mini John Cooper Works disponibile in tiratura limitata.

Il format resta lo stesso delle stagioni precedenti con le due tipologie di auto che designano le due diverse categorie: la Mini Cooper Works Challenge Pro da 265 cavalli e la Lite da 231 cavalli, entrambi dotate di un allestimento specifico racing e conformi al regolamento tecnico del campionato.

Il programma

I team sportivi, sponsorizzati dai concessionari Mini e dallo storico partner Promodrive di Stefano Gabellini, e i piloti si sfideranno sui più importanti circuiti tricolore in occasione degli ACI Racing Weekend, organizzati da ACI Sport. Sono cinque in tutto gli appuntamenti che si svolgeranno con la formula di gara doppia, una per ciascuna categoria: il primo semaforo verde si accenderà al Mugello (18-19 luglio), per poi proseguire a Misano (1-2 agosto), Imola (29-30 agosto), Vallelunga (19-20 settembre) e infine a Monza (17-18 ottobre) dove si svolgerà la consueta cerimonia di fine stagione.

Le vetture scatteranno dalla griglia di partenza per affrontare due turni di prove libere per la durata complessiva di 50 minuti, una sessione di qualifiche di 30 minuti e due gare da 25 minuti + 1 giro ciascuna. Le gare, per ora a porte chiuse, saranno trasmesse in dirette streaming sul sito www.mini.it/challenge e sulla pagina Facebook Mini Italia.

Spazio ai giovani

La numerosa partecipazione di giovani piloti nelle edizioni passate ha spinto Mini Italia ad istituire la Mini Challenge Academy, una scuola rivolta ai piloti sotto i 25 anni di età che avranno modo di gareggiare nella categoria “Lite”. Tutor esperti seguiranno i partecipanti in ogni fase del percorso, dai test pre-gara alle lezioni introduttive, il tutto attraverso una formazione specifica per permettere ai giovani di poter affrontare, nelle stagioni future, i campionati di categoria superiore.

“Challenge Edition”

Il ritorno in pista sarà occasione per presentare un'altra novità di prodotto, la Mini John Cooper Challenge Edition in edizione limitata in soli 35 esemplari che esalta l'indole racing di Mini e la storia del marchio britannico nel mondo del motorsport.

La vettura è basata sulla carrozzeria a 3 porte e conserva la meccanica dell'auto di derivazione con propulsore turbo 2.0 da 231 cavalli.  Sul frontale ci sono fari aggiuntivi a led mentre le "bonnet stripes" anteriori sono cromate con una trama a scacchiera. La fiancata è dominata dalla numerazione che indica la serie limitata dall'1 al 37 (eccetto il 13 e il 17). Sul tetto la Union Jack viene sostituita dal logo dell'edizione speciale.

Su richiesta, il nome dell'acquirente potrà essere inciso sul finestrino posteriore al lato del conducente proprio come nelle vetture del campionato Mini Challenge. L'auto sarà disponibile a partire da 43.900 euro.

Tag

Mini  · Mini Challenge  · Monza  · Motorsport  · 

Ti potrebbe interessare

· di Matteo Losa

Scatta da Imola il monomarca con le piccole del marchio inglese, parte integrante del gruppo Bmw. Tra “Pro” e “Light” la griglia è già piena