Ultimo aggiornamento  30 settembre 2020 02:59

Gorlier, Fca: Italia unita contro la crisi.

Redazione ·

"Di fronte a una crisi senza precedenti come quella che stiamo attraversando, questo e' un esempio dell'Italia che si unisce per salvaguardare un ecosistema industriale vitale per il suo futuro. Il governo, la più grande banca del Paese e Fca si sono messi tutti al lavoro per assicurare con la loro forza congiunta che l'intero panorama automobilistico italiano possa continuare a giocare il proprio ruolo nella ripartenza dell'economia nazionale dopo la pandemia di coronavirus".

Lo ha detto Pietro Gorlier, responsabile delle attività europee di Fca, parlando dei passi in avanti compiuti –con il via libera arrivato ieri della Corte dei Conti e del Ministero dell’economia e delle finanze – dal prestito di Intesa San Paolo da 6,5 miliardi di euro in favore del costruttore e che sarà garantito dallo Stato attraverso la Sace, la società per azioni della Cassa depositi e prestiti. 

Risorse per il Paese

"Il 100% delle risorse che fanno parte di questo accordo sarà indirizzato al nostro business in Italia - ha proseguito il manager - quindi alle migliaia di imprese e alle centinaia di migliaia di lavoratori il cui futuro dipende dal rilancio dell’intero settore automotive, nel momento in cui noi proseguiamo nella trasformazione e nell'evoluzione verso un domani guidato dai motori elettrici e ibridi".

Tag

FCA  · Governo  · Intesa - San Paolo  · Mef  · Pietro Gorlier  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Alla presentazione del progetto "Vehicle to Grid" il responsabile Emea si appella alla politica perché regoli la materia “con un quadro stabile e premiante”. Patuanelli: "il...

· di Massimo Carati

Il presidente del consiglio risponde a una domanda e conferma il via libera alla garanzia dello Stato richiesta da Fiat Chrysler per un finanziamento di 6,3 miliardi di euro