Ultimo aggiornamento  22 gennaio 2021 00:14

Tesla, presto nuova fabbrica negli Usa.

Redazione ·

Tesla intende iniziare la costruzione di una nuova fabbrica sul territorio degli Stati Uniti, dove realizzare il pickup elettrico e la berlina Model Y, entro la fine dell’estate. A confermarlo un documento della stessa Casa californiana destinato alle autorità del Texas, in lizza per ospitare l’impianto in concorrenza con il confinante Oklahoma.

Secondo il testo reso pubblico, l’investimento previsto raggiungerebbe il miliardo di dollari. Il sito individuato per la realizzazione dello stabilimento – che il ceo di Tesla Elon Musk in un suo tweet ha recentemente ribattezzato “Cybertruck Gigafactory” e che impiegherebbe fino a 5mila persone -  è quello dove oggi sorge un impianto per l’estrazione e la lavorazione di sabbie e ghiaia, nella contea di Travis, la stessa dove si trova la capitale del Texas, Austin. L’area verrebbe acquisita per soli 5 milioni di dollari. Recentemente sia il ceo di Tesla Elon Musk che il governatore del “lone star state” Greg Abbott hanno confermato di avere discusso questa eventualità. 

Alternativa oltre confine

A ostacolare i sogni dei texani di aggiudicarsi il nuovo impianto, c’è la concorrenza di uno stato confinante, l’Oklahoma. Secondo il suo ministro del commercio, Sean Kouplen, anche l’area di Tulsa è in corsa per ospitare la fabbrica. A giocare un ruolo chiave nella partita saranno gli sgravi fiscali che il costruttore chiede prima di fare una scelta definitiva. Il Texas sarebbe disposto a concedere crediti d’imposta fino a 68 milioni di dollari. “Dal canto nostro – ha risposto in proposito Kouplen in un commento ufficiale – abbiamo messo sul piatto della bilancia un pacchetto di incentivi, basato sulle performance. E' interessante, ben bilanciato e soprattutto responsabile. Speriamo così di attrarre Tesla in Oklahoma”.

Serve spazio

Attualmente l’unico impianto Tesla negli Usa è quello di Fremont, California. La continua espansione dell’azienda rende necessario però un allargamento: già oggi, nonostante il sito copra un’area di 5 chilometri quadrati, alcune operazioni vengono effettuate in strutture temporanee al di fuori degli edifici principali.

Inoltre i rapporti tra il costruttore e la contea di Alameda, dove si trova lo stabilimento, sono pessimi dopo gli scontri causati dall’imposizione anche a Tesla del “lockdown” dovuto alla pandemia di Covid-19. Intenzionato a riaprire la fabbrica  a ogni costo, Musk è arrivato a sfidare le autorità locali dicendosi disposto anche ad andare in carcere pur di ripartire al più presto con la produzione. La situazione è stata resa ancora più incandescente, poi, dalla scoperta di alcuni casi di positività al coronavirus tra i lavoratori di Fremont. 

Tag

Austin  · coronavirus  · Elon Musk  · Tesla  · Tulsa  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

La nuova fabbrica di Austin costerà 1,1 miliardi di dollari e darà lavoro a 5mila persone. I lavori sono già iniziati. Adiacente si troverà un “paradiso ecologico” aperto al...

· di Paolo Borgognone

Elon Musk sta per decidere il sito del nuovo impianto Usa: le candidate, Austin e Tulsa, se lo contendono a colpi di sgravi fiscali. Ma c’è chi ha pensato anche ad altro ...

· di Redazione

Il progetto “Roadrunner” prevede la costruzione a Fremont di una fabbrica per accumulatori che funzioni 24 ore su 24. Potrebbe iniziare a operare in autunno

· di Redazione

Il costruttore è in trattativa con la contea di Travis, dove si trova la capitale dello stato Austin, per ottenere incentivi alla realizzazione di una nuova fabbrica

· di Linda Capecci

Il numero uno di Tesla - incoraggiato dai successi in Borsa - promuove su Twitter l'idea di costruire una nuova fabbrica nel sud degli Stati Uniti. L'80% dei follower dice sì